Ricerca

» Invia una lettera

Lo strano concetto di legalità di Leonardi

Forza Italia elegge Roberto Leonardi
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

23 gennaio 2019

Egregio Sig. Direttore,

accade una cosa curiosa e a tratti surreale a Varese. L’esponente di Forza Italia signor Leonardi, che è anche presidente della sezione varesina dell’associazione dei Carabinieri, è stato promotore di una  serie di iniziative che ha portato a Varese il capitano Ultimo ed il Comandante Alfa, grandissimi esempi di legalità e rispetto delle regole.

Tutto bene quando detto signore indossa la divisa della sua benemerita associazione. Peccato che a proporre questa iniziativa sia lo stesso Leonardi che solo sabato scorso invitava a proporre Class Action coloro che sono stati multati per essere transitati con il rosso ad incroci pericolosi in cui ci sono stati incidenti gravissimi. Questo è chiaramente un invito ai cittadini a non rispettare il codice della strada e a violare l’obbligo di fermarsi quando il semaforo è rosso.

Il sig. Leonardi dunque, che propone eventi in cui si parla di legalità, spinge i cittadini a violare, non solo una regola, ma una norma per la sicurezza stradale, la sicurezza di tutti noi. Perché un automobilista che passa con il rosso non rischia solo la multa ma anche l’incolumità sua e degli altri cittadini.

Lo stesso Leonardi infatti definiva: “I Photored fuori legge”. Non chi viola il rosso al semaforo, quindi, ma secondo Leonardi ad essere fuori legge sarebbero le tecnologie che questi comportamenti devono giustamente controllare e, nel caso di violazioni, sanzionare. Proprio nell’interesse della sicurezza di tutti noi. Non solo, ma il massimo esponente varesino di Forza Italia invitava anche i cittadini che hanno ricevuto sanzioni “A presentare ricorso”. Parole proprio di Leonardi.

Uno strano concetto dunque di legalità . Chissà che ne pensano il Comandante Alfa, il capitano Ultimo e i componenti dell’associazione degli ex carabinieri. Chissà cosa ne pensano i carabinieri in servizio o le forze di polizia che quotidianamente tentano di far rispettare le regole .
Se fossi in Leonardi mi dimetterei almeno da Presidente dell’associazione dei Carabinieri. Solo così potrebbe tranquillamente continuare la sua maldestra azione che appare di incitamento a violare la legalità.
La ringrazio e distintamente La saluto.

Ambrogio Vaghi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giorgio Martini Ossola

    Per dovere di cronaca nella lettera del Sig. Leonardi c’era questa citazione : “vviamente noi non siamo contrari a dei dispositivi che aiutino a rispettare la legge” Detto questo, non mi sembra che sia istigazione a delinquere,ma io trovo giusto che se le leggi debbano rispettarle i cittadini in primis lo devono fare le istituzioni,se non altro per dare un buon esempio. Quindi se la procedura di installazione dei photored non è stata corretta (se non lo è stata) gli stessi risultano illegali.

  2. Scritto da DavideK

    In uno stato di diritto, le leggi e le procedure valgono anche per lo stato e la pubblica amministrazione.
    Nelle repubbliche delle banane, invece, la pubblica amministrazione può fare come le pare nei confronti dei cittadini, esercitando il potere in modo arbitrario e discrezionale.
    La cultura diffusa, in questo senso, è drammaticamente bassa, come dimostra il contenuto della sua lettera.

  3. Scritto da Francesca Ambrosetti

    Il signor Vaghi prima di parlare dovrebbe informarsi e conoscere le persone. Lettera diffamante nei confronti di una persona che io conosco bene essendo iscritta come simpatizzante all’ ANC di Varese. Inviterei il signore che ha scritto questa lettera presso l’ Associazione per conoscere l’impegno ventennale del Prof. Leonardi per la legalità, e a difesa di quest’ultima Leonardi ha affermato che in presenza, e solo in presenza, di una procedura illegittima bisogna tutelare i cittadini che ingiustamente sono stati multati. Qualunque altra affermazione è una strumentalizzazione di basso profilo priva di contenuti e fondamento. Il sig. Vaghi per quello che ha scritto non è neanche degno di citare il comandante Alfa, il capitano Ultimo e l’ ANC!