Ricerca

» Invia una lettera

Nave senza nocchiero…

tiro alla fune lega nord ticino 2011 feriti apertura
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

10 novembre 2018

Egregio Direttore,
una semplice osservazione per i potenti di turno: signori al governo, così non si va da nessuna parte! La campagna elettorale è finita da tempo, e sarebbe ora che tutti ne prendessimo atto: perpetuarla all’infinito è semplicemente irresponsabile e lesivo per la buona fede del povero elettore.- Anche stavolta nulla da fare, in questo paese l’interesse personale e di partito prosegue indisturbato il suo inconcludente cammino.- Come e più di prima direi, sospinto da obiettivi spesso contrapposti che stanno paragonando l’operato di questo Esecutivo bipolare al famoso “tiro alla fune”.- Chi vincerà? Quesito di non facile soluzione, ma di certo ben conosciamo il perdente: l’Italia.-
Cordialmente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Sì alla TAV (oggi ci sono più di 30000 persone a gridarlo a Torino, tutti Renziani?)
    Sì alla TAP
    Sì alle grandi Opere
    Sì agli investimenti
    Sì al rispetto degli impegni già presi (non è una questione di immagine ma di serietà e coerenza)
    Sì a chi anziché parlare si impegna a lavorare
    Sì al lavoro rispetto all’assistenzialismo
    Sì alla caduta immediata di questo governo
    Sì allo Stato Federale (questione già dimenticata dalla Lega per la quale abbiamo spese milioni per il referendum)
    Sì alla Europa ed al dialogo con i maggiori finanziatori, i mercati europei

    No al qualunquismo giallo-verde
    No ai condoni fiscali (prima legge varata da questi scellerati)
    No alle campagne elettorali eterne
    No all’assistenzialismo di Stato
    No alla riforma del lavoro basata e fatta da persone che non hanno mai lavorato un giorno della loro vita
    No alla messa in discussione di tutto da parte di persone non qualificate e non preparate.

    In pochi mesi di governo siamo già retrocessi su molti punti, le riforme sono inesistenti e la spinta produttiva si è fermata come già denunciato in due occasioni diverse da AssoLombarda e Confindustria.

    Basta signori, io rimpiango Gentiloni per non dire Renzi e anche i sindaci di molte città del Nord Italia si stanno dando una svegliata da questo perenne fumo negli occhi elettorale.
    Cosa occorre ancora per capire che questo governo è inadeguato su molti fronti, inadeguato alla conduzione di una politica internazionale chiara, coesa, senza ammiccamenti o false alleanze?