Ricerca

» Invia una lettera

Noi giovani infermieri disoccupati, in attesa di una chiamata

infermiera reparto
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

7 luglio 2015

Egregio Direttore,
Le scrivo in riferimento ed in risposta all’articolo pubblicato in data 03/07/2015 nel quale si pone in evidenza l’attuale problematica relativa alla carenza di Personale Infermieristico all’interno delle Unità Operative dei presidi dell’Azienda Ospedaliera di Busto Arsizio; sembrerebbe, da quanto si legge, che non ci sia spesso disponibilità da parte degli Infermieri ad accettare incarichi di lavoro a breve durata e che questo implichi una difficoltà nella reperibilità di personale in questione e, di conseguenza, una diminuzione dei Servizi.

In qualità di INFERMIERA, laureata presso l’Università Statale di Milano con sede distaccata proprio a Busto Arsizio, mi sento indignata e derisa per quanto affermato e sono lieta di spiegarLe il motivo: nel mese di Maggio dello scorso anno ho partecipato all’ Avviso Pubblico indetto dall’Azienda Ospedaliera di Busto Arsizio classificandomi tra i primi posti della graduatoria “di merito”; nel mese di Settembre 2014 ho ricevuto la tanto attesa chiamata in cui mi veniva fatta una proposta di contratto per una sostituzione di maternità che, ovviamente ho accettato con grande entusiasmo. Ho preso servizio presso il presidio di Busto Arsizio da Ottobre a Dicembre 2014, data in cui è cessato il periodo di impiego come infermiere-supplente; il caso ha voluto che mi fosse assegnata una sostituzione di breve durata, nonostante la mia favorevole posizione in graduatoria, e senza alcuna possibilità di rinnovo.

A fronte di tutto questo ora mi ritrovo, nativa e residente in Busto Arsizio, disoccupata e costretta a leggere che “all’atto delle chiamate è difficile trovare infermieri liberi e disposti“: ecco vede, ci terrei a precisare che questo non lo trovo un dato prettamente “reale”, in quanto, almeno per quel che riguarda la sottoscritta, Noi giovani Infermieri in cerca di occupazione, ci siamo e siamo in attesa di una “chiamata”, disposti e disponibili anche a dei sacrifici pur di poter mettere a disposizione la nostra Professionalità…negli interessi della Cura e dell’Assistenza ai Pazienti, veri destinatari del nostro operato!

La ringrazio cordialmente e Le porgo Distinti Saluti,
In fede
Novarro Caterina

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.