Ricerca

» Invia una lettera

Regole e tamponi per i bimbi delle primarie, “un sistema che penalizza tutti”

tampone
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

16 Gennaio 2022

Gentile redazione,

Dati su cui riflettere e segnalare anomalie fortemente penalizzati e discriminatorie nei confronti delle classi primarie

Circolare Ministero Istruzione/Ministero Salute 08/01 – La circolare indica per ogni grado di istruzione e in relazione a numero di soggetti positivi individuati in aula le prescrizioni da applicare secondo due livelli: “attività didattica” e “misura sanitaria”

C’è una grave incoerenza tra il contenuto della Circolare e i decreti legge 229/2021 e 1/2022 relative alle “sole misure sanitarie”

Scuola primaria

1 contatto in classe: t0 per tutta la classe e t5 se non escono altri casi. Pranzo distanziato a 2mt (ma qualcuno ha visto mai gli spazi per mangiare dei ragazzi?)

Personale? auto sorveglianza e t0 e t5 consigliati

2 contatti in classe inizia la follia:

tutta la classe in DaD (anche se non c’eri, sei vaccinato o guarito)

provvedimento di isolamento domiciliare per tutti quelli che erano in classe col primo caso positivo (anche se sono risultati negativi al t0) ma il tampone negativo t10 si conta dal giorno del t0 e non dalle 48h limite del contatto.
Nel nostro caso bambino 1 lunedì 10 a scuola, giorno 11 positivo, provvedimento di ATS arriva il 13, bambino 2 positivo. I giorni di quarantena partono comunque dal 13

ATS manda sms, compare nuova schermata dopo l’inserimento della data di nascita in cui si chiede: bambin* vaccinato con 2 cicli sì/no bambin* è guarito da Covid sì/no e pensi: ok faranno differenza!

provi ad allegare documento 3 o 4 volte, se persisti alla fine carichi un jpg di risoluzione bassissima e la schermata successiva presenta il provvedimento che è UGUALE a quello di chi ha già effettuato vaccinazione o guarito!

Isolamento domiciliare per 10 giorni

In una realtà parallela:

1) chi è alla secondaria e ha due studenti positivi in classe se è vaccinato o guarito può andare a scuola, stare in auto sorveglianza usando la FFP2.

2) personale che lavora all’infanzia, con 3° dose e figlio positivo a casa –> vale il principio di contatto stretto a casa in quarantena? No per la scuola e le istituzioni può tornare al lavoro.

3) Contatto stretto generico: chiunque non vada a scuola, e non rientri nella logica penalizzante della regolamentazione sanitaria a scuola, se è asintomatico ed è guarito dal covid da meno di 120gg non fa quarantena, usa la FFP2 per 10 giorni e fa auto sorveglianza per 5gg.

4) chi fa sport e ha un compagno positivo? Non fa né quarantena, né sorveglianza.

In tutta questa storia i bambini con covid erano asintomatici: perché non tracciare e testare solo chi ha sintomi?

Com’è possibile che da aprile dell’anno scorso quando si è parlato di tamponi salivari fai da te, sicuri e non invasivi, ancora la gestione del tracciamento a scuola richieda controllo a tutti indistintamente anche se asintomatici e/o guariti?

Com’è possibile che sempre i bambini più piccoli debbano andarci di mezzo?

In tutto ciò a causa dell’altissimo numero, ATS rimane sempre irraggiungibile e criptica.

Vuoi fare il tampone gratuito? link delle farmacia aperta https://www.farmacia-aperta.eu/ devi rassegnarti a fare lunghe code di ore fuori dalle farmacie aderenti, perché chi si è attrezzato con l’app (ognuno in modo diverso mi sarò scaricata almeno 5 app diverse) ha gli appuntamenti prenotati per settimane. Alternativa rapida e nei giorni in cui ti serve? 20€ a Malpensa se non di più negli altri centri privati.

Un sistema che penalizza tutti, ma come sempre i bambini più piccoli in primis.

Ad oggi dopo 2 anni di pandemia, comunque non si riesce ad adattarsi con un portale semplice e una chat che risponda anche attraverso FAQ alle casistiche più comuni.

Perché come sempre questi provvedimenti vengono tracciati sulla carta, ma non tengono conto dell’impatto che hanno sulla gestione di una famiglia.

A disposizione

Michela Luoni – Comitato Prima A Scuola – Varese

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.