Ricerca

» Invia una lettera

Sala Montanari

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

6 Maggio 2009

Egregio Sig. Direttore,

numerosi cittadini di Varese hanno già avuto modo di scoprire una grande e bella sala in via dei Bersaglieri, richiamati da qualche evento culturale o istituzionale. Si tratta di un interno della palazzina ex-Casa del Mutilato qualche anno fa ceduta a generose condizioni dalla Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi di Guerra al Comune di Varese, che ha poi provveduto a riqualificarla. L’operazione era stata condotta e portata a termine con tanto impegno dal Presidente della sezione Provinciale cav. Giuseppe Stabilini, scomparso da non molto. La sala non ha un nome e per comodità viene indicata dalla stampa e dagli organi comunali come ex-cinema Rivoli , un locale che non ha avuto buona nomina per le sue programmazioni a luci rosse. Perché non dedicare questo punto di incontro ad un nostro illustre concittadino? La nostra Sez. ANMIG, che ha sede nello stesso palazzo ha proposto al Comune di intitolare la sala al pittore Giuseppe Montanari, autore del grande murales a soggetto patriottico della guerra 1915-18 che domina la parete di fondo. Il dipinto ha subito qualche danno e potrebbe essere recuperato con una spesa contenuta. Nel contempo un pittore come Montanari che tra le due guerre ha avuto modo di distinguersi a Varese e fuori ( sono suoi tra l’altro i grandi dipinti del Salone della Camera di Commercio ) verrebbe giustamente ricordato. Perché non farlo ? Si dice, che la Sovrintendenza Regionale ai Beni Storico Artistici abbia opposto qualche ostacolo al completo recupero del murales. C’è da non crederci. Sarebbe la stessa Sovrintendenza che anni or sono non si è opposta alla manomissione dell’architettura della palazzina della Casa del Mutilato e ha permesso il danneggiamento del dipinto di Giuseppe Montanari !

Attendiamo comunque che il Comune si decida a dare un nome alla nostra storica sala. Grazie e distinti saluti

 

 

AMBROGIO VAGHI

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.