Ricerca

» Invia una lettera

Un albero per ogni nuovo nato: ma quanti sono?

Un albero per ogni neonato
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

16 agosto 2019

Egregi Signori,

facciamo nostro quanto afferma il Professor Fabio Minazzi a proposito del dovere dei comuni italiani con più di 15.000 abitanti di piantar un albero per ogni nuovo nato. Siamo perfettamente d’accordo con il Professore di quanto urga non perseverare nel praticare il vezzo da parte del parlamento italiano di approvare leggi che non prevedano pene per la loro non applicazione. Questo è il caso de il Decreto Ronchi riguardo la gestione della viabilità nelle aree urbane di rilevanti dimensioni e proprio delle leggi che si sono approvate sulla piantumazione di nuove alberature allorquando si verifica una nuova nascita di un possibile.

Sulla questione abbiamo scritto al sindaco di Varese e all’assessore alla tutela ambientale in data 5 febbraio 2018 (che alla presente alleghiamo), lettera che faceva seguito ad un’altra inviata al Sindaco delle passate amministrazioni comunali Fontana. Ebbene nessuno, di costoro malgrado le nostre insistenze ha voluto risponderci.

Abbiamo anche scritto al direttore dell’ospedale di Circolo di
Varese per sapere quanti fossero i nati degli ultimi 10 anni.

Anche in questo caso senza riscontro. Abbiamo anche scritto al Sindaco di Busto Arsizio per sapere dell’applicazione di queste leggi (di cui stiamo trattando) che la minoranza consigliare aveva detto anche a mezzo stampa che non erano assolutamente osservate. Rimostranze queste che lo stesso Assessore alla Tutela ambientale aveva riconosciuto essere fondate e rispetto alle quali avrebbe preso provvedimenti conseguenti. A questo proposito ci ha risposto un dirigente comunale dicendoci che il Comune avrebbe messo nuove piante nel momento in cui avesse avuto i soldi necessari.

Abbiamo criticato questo modo di fare assolutamente non
ottemperante la Legge vigente.

Ci complimentiamo, invece, con il Presidente Fontana per aver il Consiglio promulgato una Legge presentata dal partito cinque stelle che si pone come obiettivo quello di permettere una migliore qualità della vita dei Lombardi che potranno così vivere in modo più sano e sperando meglio e vivendo, insomma, con la piena capacità di combattere il forte inquinamento del territorio.

Non possiamo però non criticare l’atteggiamento che l’avvocato Fontana ha tenuto nei nostri confronti (che gli avevamo richiesto informazioni al riguardo la piantumazione degli alberi alla nascita di nuove creature) da Sindaco della città di Varese che non aveva risposto alla nostra lettera di cui sopra. Inviata per posta certificata.. Speriamo con le nostre parole di poter essere stati dei suggeritori della importante iniziativa regionale.

Confidiamo, quindi, che con questa iniziativa legislativa possano essere ossequiate le nostre richieste sia dal Comune di Busto Arsizio sia di quella di Varese. Anche da questo punto di vista denunciamo come sia il sindaco che l’assessore alla tutela ambientale del Comune di Varese nulla ci abbiano risposto alla nostra sopracitata.

Il presidente
Arturo Bortoluzzi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.