» Invia una lettera

Un pericolo “perenne” chiamato PFOA nelle acque superficiali della provincia di Varese

Fiume Olona
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

2 Aprile 2024

Caro direttore

inoltro anche alla vostra rubrica la lettera inoltrata ad Arpa Lombardia e alla sua presidente dottoressa Lucia Lo Palo.

Gentilissima,
la scrivente associazione chiede copia dei rilevamenti effettuati, se esistenti, dalla Vostra Società sulle acque superficiali dei fiumi Olona, Vellone ed altri, ovvero di procedere a farne di nuovi riguardo la presenza di PFOA, PFAS e derivati.

Tali composti a “catena lunga” sono chiamati “prodotti chimici perenni” perché non si degradano nell’ambiente. Alcuni sono stati collegati a cancro, danni riproduttivi e dello sviluppo e ridotta capacità dei vaccini.L’origine di questa richiesta nasce dalle recenti trasmissioni televisive, in particolare di “Presa Diretta” (RAI 3).

Stiamo scrivendo di inquinanti permanenti (sostanze chimiche perenni) presenti nell’ambiente, e quindi  negli animali e nell’uomo, e che per essere eliminate hanno bisogno di ingenti risorse.
In attesa di cortese riscontro porgiamo cordiali saluti

Amici della Terra
Il Presidente – Arturo Bortoluzzi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.