Ricerca

» Invia una lettera

Un sistema economico che uccide

1 di 1

Un sistema economico che uccide
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

26 marzo 2020

Quando usciremo da questa guerra e piangeremo i nostri morti noi tutti dovremmo farci un esame di coscienza serio. Dovremmo incominciare a ricostruire la nostra società e l’intero paese ma avremo il dovere morale di non cadere negli errori nel passato. Lo dobbiamo fare per tutte quelle persone (e mi ci metto anche io ) che non ce l’hanno fatta..che ci hanno lasciato….conoscenti, amici, parenti, mariti, mogli, figli.

Avremo un dovere morale di compiere scelte etiche e sostenibili.

Non possiamo più pensare di continuare a perseguire uno sviluppo economico che ci avvelena, che ci fa vivere in un ambiente sempre più antropizzato, che pregiudica la nostra stessa aspettativa di vita ed il futuro dei nostri figli.
Dobbiamo sì cambiare rotta, senza prendersela con le generazioni più giovani solo perchè scendono in piazza a chiedere una vità che sappia iù di vita e meno di business speculativo.
Perchè dico questo ….perchè la nostra società ci ha portato a vivere in territorio costantemente invaso dallo smog.
I nostri polmoni sono stati messi giornalmente di fronte ad uno stress test infinito…e questo è durato per decenni.
Il virus ha trovato individui già indeoliti proprio nel suo punto di attacco più efficiente…il sistema respiratorio.
E ha trovato un clima molto differente da qualche anno fa….inverni secchi…senza una goccia di pioggia…il terreno fertile ideale per infezioni e contagi.

Ha trovato persone che per godere di un pò di verde e di natura devono uscire per 50km dalle città. Questo non è normale….questo paradigma deve cambiare…..il virus ci sta uccidendo ma ci dà anche modo di razionalizzare, di capire i nostri errori e di cambiare.

Guardate la percentuale di casi gravi tra Germania ed Italia.
https://www.worldometers.info/coronavirus/country/germany/
Germania: 26 (0% circa)

https://www.worldometers.info/coronavirus/country/italy/
Italia: 3204 (6% circa)

Riflettiamo su questi numero con la volontà di capire dai nostri errori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.