Ricerca

» Invia una lettera

Videosorveglianza privata su via Trento – Buguggiate

1 di 2

1 di 2

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

26 novembre 2018

Nei momenti liberi dal lavoro prediligo camminare a passo spedito per le strade dei vari paesini delle nostre zone.
E la cosa è molto salutare, oltre che essere istruttiva, in quanto permette di conoscere luoghi abitati spesso dimenticati dai passaggi turistici o dal semplice transito, spesso veloce, in auto.

Settimana scorsa ho percorso a piedi, in compagnia di una mia cara amica, una vecchia strada del paese di Buguggiate e precisamente la via Trento; è una strada che dal centro del paese scende verso la zona del lago, con un andamento a forte pendenza, spesso sconnessa e con molte buche, e forse per questo è molto tranquilla..
Con forte meraviglia abbiamo osservato che lungo l’intera strada, circa 200 metri, erano state collocate almeno sette telecamere, tutte con una luce rossa che lampeggiava ad intermittenza.
Il fatto ci ha lasciato di sasso perché sentirsi degli occhi addosso da persone ignote e sconosciute non ci ha fatto una bella sensazione.

Abbiamo cercato, inutilmente, dei cartelli comunali che segnalassero la presenza delle telecamere a circuito chiuso ma non abbiamo trovato nulla: unico avviso erano alcuni cartelli di un istituto privato di video sorveglianza..
Rientrate a casa abbiamo appurato che i sistemi di TVCC (in pratica, ho imparato su internet, sono essere impianti di televideo sorveglianza a circuito chiuso) non sono autorizzati se non in un numero molto limitato di casi.
Infatti un sistema di telecamente a circuito chiuso ( a volte è sufficente anche una semplice telecamera) come quello osservato sulla via Trento che controlla una zona pubblica al fine di salvaguardare gli interessi privati registrerà le immagini d’innumerevoli persone, violando i loro diritti alla privacy.

TUTTE le persone che transitano su questa strada non hanno altra scelta ed entrando nella zona monitorata sono quindi costrette ad accettare questa violazione dei loro diritti alla privacy.
In pratica l’interesse per la difesa dei diritti alla privacy di noi tutti ha la priorità su tutte le altre situazione di prevenzione dei crimini (di competenza solo delle forze dell’ordine polizia in primis).
A nostro parere i sistemi di videosorveglianza privati posti su aree pubbliche sono da considersi come una misura eccessiva e illegale e, di conseguenza, la loro installazione è vietata.
Sarebbe interessante conoscere il parere del Sindaco e della Polizia Locale del comune di Buguggiate e, di conseguenza, quali azioni intendono intraprendere nell’interesse di tutti.
Per completezza d’informazione allego alcune fotografie effettuate sulla via Trento.
Grazie dell’attenzione prestata.

Lettera firmata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.