MATTEO BRUSA

  • Vive a VARESE VA

I miei commenti (1)

  1. Perchè sempre sparare su quello che di buono viene fatto?
    Io ho avuto la stessa idea della partenza intelligente alle 2.30, alle 4 a Iseo (purtroppo strada chiusa per il parcheggio più vicino di Sulzano), parcheggio gratuito su posto “bianco” in normale strada comunale. Convinti di dover camminare per 5 km veniamo raggiunti dalla navetta e increduli ci saliamo. 4.20 a Sulzano purtroppo ci confermano che la passerella non aprirà prima delle 7-8, personale gentilissimo e disponibile, certo dare informazioni negative non è mai facile. L’attesa è lunga ma nessuno ci ha obbligato a rimanere, poco dopo le 8 si inizia a defluire verso la passerella….l’emozione provata è soggettiva e personalmente l’ho trovata una cosa incredibile. Rimasti su isola/passerelle fino alle 14, 6 ore spettacolari poi ritorno all’auto volutamente a piedi per evitare il sovraffollamento degli autobus e la bella sorpresa di una piccola mostra fotografica delle opere di Christo.
    In sintesi:
    – Esperienza più unica che rara
    – Personale gentilissimo
    – Servizi igienici più che sufficienti
    Se consideriamo aspetto negativo la grande prudenza del comitato organizzatore pensate che stanno mandando migliaia di persone su una passerella galleggiante in mezzo al lago senza protezioni!
    …addirittura il caldo delle 11…..siamo a giugno e il sole domenica sul lago d’iseo si è visto ben poco!
    Certo, i centri commerciali sono più comodi e più freschi….

    in “Christo? Una via crucis più che una passeggiata sulle acque”

    20 giugno 2016 alle 16:17

Foto dei lettori (0)

Notizie (1)

Lettere (0)

Auguri (0)

Viaggi (0)

Nascite (0)

Matrimoni (0)