Elezioni - Mario Agostinelli, consigliere uscente della Regione, ha presentato la sua squadra, una compagine giovane ma determinata a rinnovare il sistema
"Sinistra, ecologia, LibertÓ": una lista per rinnovare la politica

Scendiamo in campo senza soldi e senza apparati faraonici con la nostra passione e la nostra energia. Vogliamo cambiare il sistema, vogliamo cambiare una Regione dove si rischia il "Ventennio"».
Mario Agostinelli, consigliere uscente della Regione e candidato anche a Milano, ha presentato oggi la sua lista "Sinistra, ecologia, Libertà. Con Vendola", che appoggia la lista regionale "L'alternativa lombarda Penati Presidente".
Rocco Cordì
, che lo scorso anno rappresentò lo stesso spirito nella campagna elettorale per le europee, introduce la nuova squadra spiegando chi è il nemico da vincere: « Roberto Formigoni, che si ricandida per il ventennio, e il suo regime formigoniano, che ha instaurato un regime talmente potente da oscurare anche tutti gli scandali scoppiati in questa regione: dalla questione Prosperini, alla vicenda della moglie di Abelli sino al caso di Pennisi. La Lombardia non è immune da tutti quegli scandali che avvengono nei palazzi romani e di cui sono pieni i giornali. Qui, semplicemente, non se ne parla».

Mario Agostinelli, insieme a Sergio Barletta, 55 anni di Busto Arsizio, Cinzia Colombo, 41 anni di Gallarate, Giulia Dragonetti, 59 anni di Varese, e Luca Saibene, 32 anni di Uboldo, lanciano la propria proposta per la sfida elettorale del 21 marzo chiarendo direttamente con il simbolo lo spirito della propria attività: "Con Vendola", un marchio che significa dignità e forte individualità politica contro i grandi apparati: « Noi siamo l'energia nuova e rinnovabile contro la vecchia energia fossile - chiarisce Mario Agostinelli - la nostra campagna elettorale senza soldi, contro le campagne faraoniche a cui stiamo assistendo, optando per tutte le forme gratuite e dirette che individueremo: dal blog di Varesenews, a Facebook, alle strade e alle piazze dove incontreremo la gente per dimostrare che noi facciamo ciò che diciamo».
E sulle strade sono già presenti per raccogliere le duemila firme necessarie per partecipare alla consultazione regionale.

La lotta è contro i titani come, "Davide contro Golia"

Martedi 23 Febbraio 2010