Gallarate - L'area laica del PdL si ritrovata compatta per sostenere il suo candidato. Caianiello abbraccia Mucci: "Il nostro sodalizio ancora solido"
Rienzo Azzi apre la campagna con un Teatro del Popolo strapieno

Inizio di campagna in grande stile per Rienzo Azzi, uno dei big del PdL in provincia di Varese. Centinaia di militanti e amministratori del PdL si sono concentrati in un Teatro del Popolo pieno all'inverosimile: in prima fila c'erano i vertici del partito, o meglio gli esponenti di spicco dell'area laica del partito. Folta la pattuglia dei sindaci, guidati dal primo cittadino gallaratese Nicola Mucci e dal bustocco Gigi Farioli; accanto a loro, l'europarlamentare Lara Comi, gli assessori provinciali Luca Marsico e Aldo Simeoni, il massaggiatore personale di Silvio Berlusconi e candidato Giorgio Puricelli, il presidente del consiglio provinciale Luca Macchi. E soprattutto sul palcoscenico c'era Nino Caianiello, il vero alfiere dell'area laica del partito. Caianiello ha colto l'occasione per rimarcare la solidità dei rapporti all'interno della componente: «Il sodalizio tra me e Nicola Mucci è ancora solido» ha sottolineato, rispondendo alle «malignità dei giornalisti». Il sindaco di Gallarate, salito sul palco per un appassionato intervento, ha richiamato il forte valore politico generale delle elezioni di fine marzo, ha definito la Lombardia «un esempio virtuoso di politica» e soprattutto ha benedetto la corsa di Azzi, per una «concreta rappresentatività di un'area del nostro partito, la corrente laica, che ha rispettato un mandato preciso degli elettori». Insomma: l'area che fa capo a Nino Caianiello gode di piena salute ed è compatta nel sostenere il suo candidato, Rienzo Azzi.

Martedi 2 Marzo 2010