Elezioni e curiositÓ - Luca Mangoni, l'architetto che interpreta il supereroe nei concerti di Elio e le Storie Tese, Ŕ inserito nel "listino" collegato a Vittorio Agnoletto per le Regionali. E non risparmia stoccate via internet
Supergiovane all'assalto del Pirellone

supergiovaneSarebbe curioso che venisse eletto, non fosse altro per due motivi: vedere come andrebbe vestito al primo consiglio regionale e capire in che modo si rapporterebbe con quel "Governo" che tanto odia, al pari dei "Matusa".
Stiamo parlando di Luca Mangoni, un candidato che a prima vista sembra uguale a tutti gli altri e che invece spicca - la lista è quella della "Federazione della Sinistra" collegata direttamente a Vittorio Agnoletto - tra tutti gli altri per via del soprannome. "Luca Mangoni detto Supergiovane" è infatti la scritta che campeggia al numero 10 del "listino" di Agnoletto che comprende altri volti noti dello spettacolo come Dario Fo, Franca Rame, Moni Ovadia oltre a Margherita Hack.

Mangoni dunque, salta letteralmente dai palchi che ospitano Elio e le Storie Tese (che, attenzione, lo considerano un intruso durante i loro spettacoli) al paloscenico della politica regionale dove il complesso milanese ha già detto la sua in modo chiaro e irriverente. Famosa infatti l'opposizione degli Elii alla distruzione del "bosco di Gioia", la zona verde cancellata per fare posto alla nuova sede di Regione Lombardia: una polemica entrata anche in una delle ultime hit del gruppo, "Parco Sempione".
In questo casò però Mangoni - che di professione è architetto - corre in piena autonomia e, tolti i panni del Supergiovane che lo hanno reso famoso (tuta attillata gialla, mantello nero, la sigra S. G. sul petto) ha indossato un più castigato completo bianco (corredato però di ciabatte ai piedi) per un video diffuso su internet in cui spiega come Agnoletto sia un "velino" da votare «se non volete parcheggi abusivi, se non volete villette abusive, se non volete abusi sessuali abusivi».
Mangoni però non potrà essere votato direttamente, ma verrà eletto solo nel caso - per la verità decisamente remoto - che Agnoletto vinca la corsa al Pirellone. Un peccato comunque la si pensi politicamente, perché scrivere "Supergiovane" sulla scheda elettorale sarebbe il sogno di tanti cittadini e fans di Elio che votano "turandosi il naso".

d. f.
Martedi 2 Marzo 2010