Ricerca

» Invia una lettera

la vita è più grande della nostra volontà

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

23 novembre 2008

Caro direttore,
ho letto per ben due volte lettere dal titolo:”la morte per stenti non è umana”.
Sono lettere che fanno riferimento all’ormai notissimo caso di Eluana, una ragazza condannata a vivere in un letto, senza nessuna possibilità di avere una vita ‘comune’, così come noi la intendiamo.
A me piace però mettere in evidenza il fatto che noi non conosciamo la sua condizione, non sappiamo se soffre, né se e quanto è cosciente. Abbiamo invece tutti noi in comune con Eluana il mistero della vita: un soffio ininterrotto, il sangue che circola, il calore del corpo. Questa è la vita, non ha nessun senso intellettualistico, non è una sega mentale, è vita, non smette di esserlo perché non la comprendiamo o perché non aderisce ai nostri canoni. E’ una volontà che non possiamo controllare; certo noi abbiamo il libero arbitrio, possiamo uccidere, trascurare, ma molto più spesso la vita se ne va o resta da sola, perché la volontà che la regola è più grande della nostra; nessun uomo l’ha mai vinta.
Nessun giudizio dunque, solo ci si renda conto di questa evidenza, che non ha bisogno di nessun dogma religioso e di nessuna morale per essere vera. La vita è più forte, più debole, più grande della nostra volontà.

Tonino

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.