Ricerca

» Invia una lettera

Il catasto a Gavirate? Proviamo a ragionare

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

5 ottobre 2007

In risposta alla lettera del signor Stefano Ossola –1° ottobre scorso- proviamo a ragionare partendo da una valutazione condivisa: il servizio catastale è un servizio importante, innanzitutto per i cittadini.
Avere gli Uffici Catastali nei propri comuni potrà migliorare alcune prestazioni che li interessano direttamente, quali:
– rilascio di visure e certificati catastali;
– correzione di errori formali, magari piccoli, ma che creano problemi in caso di compravendita di un immobile o di successione;
– riordino dei dati catastali locali tramite raffronto diretto con le pratiche urbanistiche ed edilizie e con la conoscenza diretta sui dati immobiliari del proprio comune.
E’ pacifico che questi miglioramenti si otterranno solo se il futuro Ufficio Catastale di Gavirate verrà messo in condizione di funzionare bene. Al riguardo, mi permetto di ricordare al sig. Stefano Ossola che l’Ufficio Catastale di Gavirate sarà un nuovo ufficio staccato dall’Ufficio Tecnico, con autonomia di gestione sotto il controllo politico dell’Assemblea dei Sindaci dei 42 Comuni aderenti. Sarà gestito da tecnici della materia, da assumere con concorso; per i primi due anni questi tecnici verranno affiancati da colleghi esperti, appartenenti all’Ufficio Provinciale del Catasto.
Ma al di là dei pittoreschi richiami ai coriandoli e a Gardaland, disseminati dal Sig. Ossola nella sua lettera, mi sono preso la briga di interpellare l’Ufficio Tecnico Comunale circa non meglio precisati fatti, interventi, omissioni ed abusi citati dallo stesso.
Ho così appreso che, ad esempio, per quanto riguarda il riempimento di terra di un terreno confinante con quello del sig. Ossola, il fatto è stato doverosamente verificato e, quindi, denunciato dal Comune alla Procura della Repubblica.
La notizia che i terreni vengano venduti o comprati all’insaputa del proprietario è piuttosto fantascientifica; ma il sig. Ossola dovrebbe sapere che gli atti di compravendita vengono fatti dai notai e le volture vengono presentate al Catasto e non all’Ufficio Tecnico.
In altre parole, l’Ufficio Tecnico Comunale fa un lavoro, l’Ufficio Catastale di Gavirate ne farà un altro, diverso.
E’ un dato verificabile che i Poli Catastali decentrati già operativi ad esempio a Monza, Bollate, Seregno, ecc. funzionano in modo soddisfacente. Qui non è più necessario che il cittadino debba mettersi in coda alle due di notte per riuscire ad accedere allo sportello del catasto alle nove di mattina…
A queste considerazioni specifiche sul servizio catastale, possiamo anche aggiungere una considerazione “politica”… e cioè non lasciarsi sfuggire un’occasione strategica per potenziare ulteriormente la funzione terziaria di Gavirate nel territorio circostante.
I vantaggi e gli oneri derivanti dal volere a Gavirate l’Ufficio catastale sono stati ponderati anche nel dibattito in Consiglio Comunale il 28 settembre u.s., dove maggioranza ed opposizione hanno comunque concordato sull’opportunità di questa scelta.
Nessuno ignora le difficoltà tecniche e gestionali che si dovranno affrontare, ma di fronte alle difficoltà una Amministrazione comunale seria che cosa deve fare? Scansarle oppure affrontarle?
Il Sindaco ed il Consiglio Comunale hanno scelto la via della serietà: affrontare le difficoltà ma portare a Gavirate l’Ufficio del Catasto e farlo funzionare bene!
E’ un’altra sfida… per far crescere Gavirate.

Lorenzo Moranzoni, consigliere comunale, Capogruppo "Polo e indipendenti a Gavirate"

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.