Ricerca

» Invia una lettera

Ippodromo senza cavalli? Un ossimoro

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

27 ottobre 2007

Egregio Direttore,
mi hanno passato una lettera a Lei indirizzata da tale Giulio Moroni che esprime il proprio disinteressa verso tutto quello che riguarda l’ippodromo, i cavalli ed il mondo delle corse.

Per il contenuto ed il tono c’è di che restare allibiti.

Allibiti perché è evidente che il signore in questione dimostra di una assoluta “non conoscenza” del mondo dell’ippica, nel quel moltissime persone, proprietari, allenatori, allevatori, uomini di scuderia e tanti altri, investono il proprio denaro e tutto il loro tempo per garantire posti di lavoro e attività interessanti agli addetti e, contemporaneamente, occasioni di svago e divertimento per le famigli, visto che l’ambiente-corse offre uno spettacolo adatto a tutte le età.

Ancora più sconcertati quando si consideri che il signore è consigliere comunale, ma dimostra di misconoscere tutte le attività che, all’interno dell’ippodromo, si svolgono al di fuori delle corse; dagli allenamenti, che coinvolgono molti giovano che possono dedicarsi alla loro passione senza dover investire somme notevoli per utilizzare cavalli da corsa, alle serate mondane, magari con le bellezze di miss-italia che richiamano un notevole numeri di persone, alle iniziative per i bambini e ragazzi, come al scuola di equitazione.

Disarmante è poi l’affermazione che si vorrebbe vedere un ippodromo senza cavalli, ossimoro curioso ed offesa alla lingua ed alla cultura italiana.

Imbarazzante infine è il fatto che dalla lettura della lettera del signor Moroni sembra trasparire la non consapevolezza del fatto che, dietro l’asfaltatura della pista dell’ippodromo e lo sfratto delle scuderie, iniziative alle quali ci si sta opponendo anche con raccolte di firme popolari, si nascondano (senza successo) iniziative immobiliari destinate ad impoverire ulteriormente il patrimonio pubblico di quel verde che era uno dei fiori all’occhiello della città giardino (ex).

Non vorrei mai che il consigliere scrivano ed il Suo Sindaco (Suo per appartenenza politica), del quale mi considero peraltro amico e grande estimatore, vogliano passare alla storia come asfaltatori di piste in erba e distruttori dell’ultimo polmone verde della città.

Cordialmente

Dr. Luigi Zocchi( un semplice appassionato di cavalli senza alcun interesse personale)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.