Ricerca

» Invia una lettera

Lettera aperta alle Ferrovie Nord

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

3 marzo 2005

Gentile direttore,
le invio, per conoscenza, questa lettera che ho già spedito ai responsabili delle ferrovie Nord:

“Dopo essere rimasto dormiente per un paio di mesi, mi vedo costretto, miomalgrado, a rilevare alcune anomalie nel vostro servizio che ho potutorilevare in questi ultimi giorni.

1) Martedì sera ho preso il treno delle 20:20 per Laveno da Milano Cadorna.Trattavasi del “TRENO STORICO – 125° FNME”, probabilmente il fioreall’occhiello della vostra flotta di rotabili. In effetti, viste lecarrozze che lo componevano e il locomotore utilizzato non ho potuto trattenermi dall’esclamare: “SPERIAMO DI ARRIVARE A CASA !!!”. Cosa ne
direste se per tutto il mese di Marzo esibissi al vostro controllore l’abbonamento del mese di MARZO 2001…definendolo ABBONAMENTO STORICO??!??
Per me va bene, se mi passate i loghi e gli adesivi faccio anche un po’ di pubblicità alla cosa!
Una parola sola (rivolta ai vostri “vertici aziendali” di cui tanto parlate…) : VERGOGNA.
Riepilogo la situazione: TRENO CON COMPOSIZIONE ASSURDA, FREDDO POLARE, ASSENZA DI PERSONALE VIAGGIANTE CUI CHIEDERE INFORMAZIONI, RITARDO (il solito ritardo cronico neppure indicato dalla vostra segnaletica).

2) Martedì mattina il treno delle 6:50 da Varese per Milano non era neppure sul binario…c’era il 6:20 che non era ancora partito. Dopo un lungo tempo
in cui l’informazione più precisa è stata “il treno non è ancora partito.”
lo speaker annuncia: “CAUSA GUASTO ALLA LINEA
AEREA……….:bla…bla…”. Peccato che nello stesso momento 3 vostri operai stavano prendendo a calci lo scambio fuori stazione che, era chiaro a tutti, si era bloccato per il gelo. Ora, lo scambio non dovrebbe
bloccarsi per il gelo, altrimenti in Nord Europa non esisterebbero le ferrovie; fa però impressione il disinvolto tentativo di prendere in giro una moltitudine di passeggeri che avevano appena pagato l’abbonamento del
mese di marzo (io personalmente vi ho devoluto i 64 € che mi competono) e che non avrebbero potuto recarsi sul luogo di lavoro per tempo.

3) Mercoledì e Giovedì (oggi) mattina. Il treno delle 6:50 da Varese per Milano è stato un TAF composto da 4 carrozze. Vi invito a rivedere le mie (e quelle degli altri pendolari) rimostranze sull’inadeguatezza di tale
situazione. Vi comunico che rimango dello stesso avviso e che mi auguro che si sia trattato di episodi isolati derivanti da circostanze particolari.

4) Nel mese di gennaio vi ho inoltrato 2 moduli di lamentela dal vostro sito (ho salvato tutto, anche la prova dell’invio avvenuto con successo).
Ad oggi non ho ancora ricevuto alcuna risposta in proposito. Vi invito a provvedere a fornirmi delle risposte valide nei prossimi giorni, pur essendo ben oltre i termini pattuiti dalla VOSTRA CARTA DEI SERVIZI.

Vi annuncio sin d’ora che non sono disposto a vedermi inoltrata né una risposta modello “SPAMMING”, né una in cui decantate le vostre care “LINEE S”, né una in cui mi comunicate cose tipo “STIAMO LAVORANDO PER VOI”. Ho
bisogno di capire se mi conviene veramente prendere il treno oppure optare
per una vettura aziendale che il mio datore di lavoro mi metterà a
disposizione prossimamente.

Aspettando risposte chiare su tutti e 4 i punti, vi saluto cordialmente.

Gianluca Contino

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.