Ricerca

» Invia una lettera

Piazza pulita delle seconde lingue ai licei scientifici

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

28 gennaio 2010

Egregio direttore,
L’applicazione della riforma Gelmini prevede una riduzione di due ore settimanali della lingua inglese nel corso del quinquennio e la totale eliminazione della seconda lingua straniera.
Quindi, a partire dalle prime classi non sarà più possibile lo studio della lingua tedesca (quella francese era già stata soppressa  a Varese per esiguo numero dei richiedenti, mentre al Liceo scientifico di Gallarate il potenziamento linguistico tedesco/francese era ed è il fiore all’occhiello dell’Istituto insieme al PNI) e, nel corso di cinque anni, scomparirà con la conseguente contrazione di posti di lavoro.
La riforma propone la possibilità di attivare, grazie all’autonomia,  corsi di approfondimento”da parte dei Dirigenti scolastici, con l’approvazione dei Consigli d’Istituto a carico dei fondi d’Istituto. Ciò significa che, siccome le casse delle singole scuole sono state drasticamente ridotte per effetto dell’ultima legge finanziaria, nessun dirigente scolastico ha a disposizione fondi tali da poter garantire 12 mensilità ad un insegnante di seconda lingua straniera.
Conseguenza immediata: una drastica riduzione dell’offerta formativa in contraddizione con le richieste del mercato del lavoro. Come in tutto il nostro paese, anche nella Provincia di Varese ci si trova a dover rinunciare ad una tradizione che ha portato a risultati encomiabili nell’ultimo decennio.
In un contesto in cui gli sbocchi lavorativi più ambiti sono verso la Svizzera e gli imprenditori prediligono l’assunzione di candidati con la conoscenza della lingua tedesca a parità di competenze -come ha dichiarato il Presidente dell’ Unione Industriali presso il Liceo Scientifico “G.Ferraris” nel novembre 2007, in occasione della giornata “Il tedesco perché”- la scuola sembra prendere un’altra direzione.
La sezione di lingua tedesca, che rispetto alle altre classi del liceo proponeva 3/4 ore settimanali aggiuntive, ha sempre vantato i  migliori alunni per capacità organizzative e di applicazione, precisione, affidabilità e disciplina, caratteristiche attitudinali che si sviluppano con l’apprendimento del tedesco e che vengono riconosciute trasversalmente anche da tutti i docenti delle altre discipline come foriere di risultati meritevoli.
Gli alunni, per lo più principianti, sviluppavano, nel corso dei primi tre anni, capacità di conversazione su temi di vita quotidiana e,  entro il quinto anno, competenze comunicative su temi letterari e di attualità.
In occasione dei soggiorni studio e scambi in Germania, ricevevano lodi dalle famiglie ospitanti e dai docenti madrelingua per la loro capacità espressiva, erano in grado di seguire visite guidate in lingua e intrattenere conversazione con la gente del posto. Significativo fu l’incontro della terza classe dell’anno 2008/9 del Liceo di Varese con un giornalista del quotidiano Frankfurter Allgemeine, che illustrò la sua carriera, il lavoro di redazione, difficoltà e soddisfazioni professionali, sollecitato dalle domande e osservazioni degli alunni.
Ex- alunni di tedesco, studenti universitari delle facoltà scientifiche, vengono a ringraziare perché riconoscono l’opportunità di poter concorrere a borse di studio (Programma Erasmo)  e dottorati di ricerca c/o i Max Plank Institut in Germania, grazie alle loro conoscenze linguistiche. Altri diplomati della sezione di tedesco hanno scelto le facoltà di ingegneria e medicina nel paese di Goethe, superando con successo i test linguistici di ammissione (livello C1).
Peccato! Tutte queste opportunità saranno sottratte alla scuola pubblica.

 

Un gruppo di docenti di lingua tedesca

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.