Ricerca

» Invia una lettera

Se Roberta s’inkazza…

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

16 novembre 2008

Caro direttore.
Il capogruppo Pdl sul capo dell’opposizione: “E’ stupido e incapace”. La Finocchiaro: “Inaccettabile”. Idv: “Intervengano Fini e Schifani etc etc.
Mancano str….e finocchio.
Che quadretto idilliaco il nostro Parlamento, ma che bella gente come direbbe Gaber (…con un’anima repellente e in testa niente…)
Ci rappresentano signori che si danno del cretino a vicenda.
Io li querelo, non possono affermare di rappresentarmi, li diffido dal farlo.
Non so chi ha scritto che vedo troppa televisione; macchè, non seguo un telegiornale da otto anni senza eccezioni, sbircio i titoli dei giornali on-line e scopro quasi esclusivamente idiozie. Ieri ho scoperto che è edita la biografia di tal Cassano che racconta le eroiche gesta di un cretino che si è fatto 6-700 donne e poi segna un gol. E il libro lo venderanno, da non credere ma, ci puoi giurare, andrà a ruba.
Adesso capisco perchè Milano è diventata la città dei calciatori che posano in manifesti da 12 mt x 20 con l’attrezzo ben sorretto dalle mutande firmate.
Sono questi i nostri eroi caro direttore, sono loro il presente e, temo, il futuro.
Poi ci riempiamo la bocca con la parola Scuola, sembra che stiano derubando i giovani da ieri mattina. La riforma fa schifo, ma i “nostri ragazzi” li stiamo truffando da tempo: stiamo logorando le loro intelligenze, rubiamo loro le sinapsi, gli bruciamo i neuroni. Resistono, non so come facciano, ma riescono a salvarsi dall’Erodiade, hanno ancora la forza e la voglia di difendere il loro futuro. Fa niente se si fanno qualche canna, pure ogni nostra alitata di imbecillità è veleno per i loro cervelli ma di questo non ci preoccupiamo. Ma loro resistono, solo questo miracolo conta.
Vorrei avere vent’anni; okkupare le scuole, i marciapiede, le città, le piazze, le strade, le fontane, anche le chiese, vorrei prenderli a uno a uno i ministri che hanno messo mano alle riforme scolastiche e legarli insieme buttandoli nel mare e confidando nell’appetito degli squali, perchè non ce n’è stato uno che ha messo al centro lo studente ma l’interesse, qualsiasi interesse ma mai quello degli studenti.
Vorrei ritornare ai miei 20 anni quando dopo aver fatto corsi su corsi di programmazione didattica, beccavo le mie colleghe a copiare parola per parola il programma dell’anno precedente senza aver mai guardato in faccia uno solo degli studenti per cui avrebbero dovuto programmare e mi incazzavo due volte: per la noia del corso e per il fatto che non potevo mettere in pratica nulla.
Non posso tornare indietro, ma domani un angolo del manifesto 12mtx20 di pirla in mutande provo a strapparlo. E’la mia vendetta.

Roby

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.