I Giovani Padani contro il “supermarket della droga” alla ex Pensotti

In un comunicato sottolineano al necessità di agire, avendo documentato l'assoluta tranquillità con cui si svolge lo spaccio di stupefacenti nell'area

I Giovani Padani di Busto Arsizio e la sezione legnanese della Lega Nord scendono in campo contro lo spaccio presso l’area ex Pensotti di Legnano, diventata negli anni ritrovo di sbandati senza fissa dimora e attivissimo centro di spaccio di droga.

I due gruppi si sono incontrati per discutere della situazione, non più tollerabile, e di cui nemmeno ripetute azioni di polizia nel tempo sono state capaci di venire a capo. I Giovani padani hanno anche documentato con proprie riprese video l’attività di spaccio.

Scrivono i Giovani Padani: «Non vogliamo entrare nel merito della questione droga (che
lasciamo a persone esperte sul tema) ma vogliamo denunciare come
non sia possibile che tutto avvenga alla "luce del sole", e come
non sia possibile che all’amministrazione non siano concesse le
armi necessarie per combattere questa palese situazione
criminale.
La facilità con cui si può acquistare la droga è
paradossale.
Alcune sere abbiamo trovato auto in coda con le 4
frecce accese che sostavano per fare "l’acquisto" per la serata.
Per rafforzare la nostra tesi abbiamo realizzato delle riprese
video che testimoniano come il traffico di droga avvenga in una
situazione di totale impunità.

Siamo ben consci che tanti giovani usano droghe, e sappiamo
benissimo che non è così difficile procurarsela sul territorio,
ma non possiamo chiudere gli occhi davanti a una realtà in cui
ogni persona, compresi minorenni, possa acquistare senza alcuna
difficoltà nel "supermarket della droga". Diciamo supermarket
soprattutto per il fatto che è tutto ben suddiviso, c’è una zona
per comprare le pasticche, una parte per comprare la marijuana e
hashish, e una parte dove si può acquistare cocaina.

Vogliamo dunque dare il nostro sostegno all’amministrazione
legnanese che non ha gli strumenti necessari per poter
intervenire, e alla sezione della Lega Nord di Legnano che ha
già ottenuto risultati grazie alla petizione di 1500 firme
raccolte in passato, e ha avanzato richieste di bonifica e
controllo dovendo fare i conti con normative che allungano
fortemente i tempi di intervento.

La nostra azione non è destinata a criticare in alcun modo ne
le forze dell’ordine ne l’amministrazione di Legnano,
ma è volta
a denunciare uno stato di cose che portano a mantenere degradata
una zona dove ci sono cittadini che vi abitano. Riteniamo infine
che tutti, nessuno escluso debba chiudere gli occhi o abbassare
la testa di fronte a fenomeni come questo dove vige il totale
non rispetto della legalità».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.