La lunga maratona di Alice nel paese delle meraviglie

Una ventiquattrore di lettura del capolavoro di Lewis Carrol. Lettori di tutto il mondo si daranno appuntamento a Villa Braghenti sabato 19 maggio

Ventiquattrore in compagnia di “Alice nel paese delle meraviglie”. La terza edizione della maratona della lettura in lingue e dialetti, dopo Pinocchio e Guareschi, ha scelto il capolavoro di Lewis Carroll. I maratoneti della parola cominceranno sabato 19 maggio alle 18 e finiranno il giorno dopo alal stessa ora, senza fermarsi mai.

Capitolo dopo capitolo, sul leggio di Villa Braghenti, si alterneranno lettori italiani, francesi, inglesi, olandesi, tedeschi, arabi, coreani, spagnoli, portoghesi,  ucraini. In forse i cinesi, ma qualcuno dice che arriveranno. Si leggerà in calabrese e in siciliano, in malnatese e in dialetto bosino. E ancora in greco e in latino e anche in braille. Si leggerà in ventidue lingue diverse.
(foto, da sinistra:  Alessandra Pessina, Maurizio Ampollini, Alfredo De Bellis, Lorenzo Pini)

«L’amministrazione comunale ha individuato Villa Braghenti e il nuovo Museo civico di scienze naturali – ha spiegato l’assessore alla Cultura Maurizio Ampollini – come luogo delle culture e della valorizzazione delle stesse. La scelta di presentare il libro di “Pinocchio” tradotto in dialetto da Renato Monetti e illustrato da Massimo Papetti, due malnatesi,  va in questa direzione. Nella “Settimana della cultura” si valorizza l’elemento locale in un contesto internazionale».

Il  libro, pubblicato da Macchione editore e curato dall’associazione Amici delle ricerche storiche di Malnate, verrà presentato sabato 19 maggio alle  17, prima dell’inizio della maratona. Già Natale Gorini, lo scorso anno, aveva pubblicato un “Pinocchio” in dialetto bosino, illustrato dal vignettista Gaspare Morgione.
«La narrazione orale – spiega Alfredo De Bellis di Coop Lombardia – è un elemento comune a tutte le culture, che valorizza  le differenze perché non discrimina tra cultura di serie A e di serie B. Sarà un momento di svago , ma anche un momento di confronto importante».

La lista dei lettori è già pronta, ma chiunque volesse leggere, puo’ presentarsi a Villa Braghenti in qualsiasi momento. «È capitato lo scorso anno – continua De Bellis – con una ragazza nigeriana. È arrivata, ha preso il testo in inglese e lo ha tradotto nel dialetto del suo villaggio e poi ha letto».
La 24 ore di Villa Braghenti avrà uno spazio dedicato ai bambini, gestito da Alessandra Pessina della Uisp, con animazioni ispirate al mondo di Alice. Un gruppo di illustratori disegneranno e faranno disegnare, mentre autori di varia provenienza  parleranno di un loro libro prendendo spunto da personaggi ed episodi del libro di Carroll.

L’iniziativa  è organizzata dal Comune di Malnate, in collaborazione con Coop Lombardia, Uisp e Music House (un’associazione non commerciale di promozione sociale). Partecipano: Arcilettore, Sos Malnate, Amici di padre Franco, Legambiente, L’altracittà, Centro sociale Lena Lazzari, associazione La finestra, Unione italiana cechi.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.