Delude la Pro Patria-2, a sorridere è la Solbiatese

Pro Patria-Solbiatese 0-0. Tigrotti in campo con le riserve e ormai fuori dalla Coppa Italia. Tanti gli errori sotto porta, soddisfatto Ramella: «Abbiamo tenuto bene»

Ancora un pareggio senza reti per la Pro Patria, che sette giorni dopo lo stop interno contro il Varese si fa bloccare dalla Solbiatese, e stavolta rischiando anche di perdere. Tante le occasioni da gol, soprattutto nel secondo tempo, ma l’assoluta imprecisione delle coppie d’attacco consente ai due portieri di non dover raccogliere il pallone in fondo al sacco. Ad uscire con il sorriso sulle labbra sono però certamente gli ospiti, che hanno giocato a viso aperto contro un avversario di due categorie superiore. Deludente invece la Pro Patria, scesa in campo con la formazione di riserva a sette giorni dall’inizio del campionato: decisione quantomeno discutibile vista la necessità di mettere a punto i meccanismi in un organico completamente nuovo.

LA PARTITA – I primi applausi del match vanno a Mosciaro, che all’ottavo minuto calcia di prima intenzione e per poco non sorprende Pavesi. L’estremo difensore nerazzurro è poi bravo ad anticipare Bottone lanciato a rete, mentre dall’altra parte gli attaccanti ospiti fanno fatica a bucare la difesa bustocca. Al 27’ si fa vedere Cusano con una botta respinta a terra da Pavesi, il match però stenta a decollare nonostante la buona volontà di entrambe le squadre: Mosciaro ci prova di testa ma senza fortuna, poi a momenti non ci scappa il regalo di Albizzati, che su cross rasoterra di Toledo fallisce clamorosamente l’intervento spedendo la sfera un filo sopra la traversa. La ripresa si apre col brivido quando il nerazzurro Toma non approfitta dell’errore di Polverini e conclude a lato da ottima posizione. Un minuto dopo l’occasione buona è di Zirilli, ma il suo pallonetto finisce tra le braccia di Petr, mentre i tigrotti ci mettono tanto impegno senza però trovare il guizzo vincente. A metà tempo è clamoroso l’errore di Cusano dal centro dell’area, poi nel finale le azioni da gol si sprecano: inutili i tentativi di Flena e Zirilli da una parte e di Bottone (due volte) dall’altra, perché quest’oggi la palla non vuole proprio entrare.

SPOGLIATOI – E’ soddisfatto Ernestino Ramella, tecnico della Solbiatese, al termine del punto prezioso conquistato a Busto: «Bravi a tenere bene senza subire troppo. Siamo una squadra veloce ma non certo fisica: quest’anno imposteremo il nostro gioco sulla rapidità dei nostri giocatori, proprio come oggi abbiamo fatto oggi».

BORSINO Nella seconda esibizione davanti al proprio pubblico la Pro mostra una coppia d’attacco interessante: Mosciaro e Bottone sembrano integrarsi bene, col numero dieci che agisce alle spalle della punta classe ’88 non disdegnando l’azione personale, ma i tanti gol mancati da entrambi devono far riflettere. Dalla Bona centrale difensivo non è sicuro come sette giorni fa, ma l’attesa dei tifosi tigrotti era tutta per Toledo. L’esterno brasiliano, alla prima in maglia biancoblu, ha fatto vedere qualche bel numero, meritandosi gli applausi dello “Speroni” al momento di uscire dal campo. Sottotono invece la coppia di mediani: da Zappacosta e Cosentini ci si attendeva qualcosa in più, chissà che non si siano risparmiati per l’esordio in campionato. Buona l’impressione suscitata dalla Solbiatese, che ha mostrato un buon numero di giovani interessanti guidati dagli “anziani” Marzio e Pavesi. Molto mobile l’esterno destro Pastore, spronato a più riprese da mister Ramella, la cui esperienza potrà risultare decisiva nel prossimo campionato.

Pro Patria – Solbiatese 0-0

Pro Patria: Petr; Termine, Dalla Bona, Polverini (35’ s.t. Petrolini), Barjie (1’ s.t. Apostolo); Toledo (27’ s.t. Iaconis), Zappacosta, Cosentini, Cusano; Bottone, Mosciaro. A disp.: Devona, Schiavano, Tasso, Melara. All.: Lerda.

Solbiatese: Pavesi; Flena, Albizzati, Nicolussi, Stilo; Pastore (19’ s.t. Di Sazio), Marzio, Toma (37’ s.t. Di Iorio), Donghi; Zirilli, Dell’Acqua (14’ s.t. Mosca). A disp.: Praticò, Leoni, Broggini, Bertola. All.: Ramella.

Arbitro: Gallione di Alessandria (Colongo e La Grotteria)

Note: giornata calda, terreno in pessime condizioni.

Ammoniti: Zappacosta e Dalla Bona (P); Nicolussi (S).

Calci d’angolo: 7-6

Spettatori: 525

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore