Il Varese cresce ma non basta: anche a Livorno è ko

La squadra di Bettinelli migliora rispetto alle altre trasferte, ma un gol di Vantaggiato al 37' la punisce (1-0). Nella ripresa gli amaranto si salvano su Simic, Miracoli e Rea e si prendono il bottino pieno

Terza sconfitta su tre partite esterne per il Varese che a Livorno muove passi avanti evidenti sul piano del gioco ma che a conti fatti non riesce a strappare un punticino che sarebbe stato meritato e fonte di fiducia per il futuro. I toscani, per carità, avrebbero vinto anche ai punti (1-0 il finale, gol di Vantaggiato ma anche un palo di Cutolo), però non è un’eresia dire che l’undici di Bettinelli stavolta ha mostrato un’organizzazione e una capacità di stare in campo decisamente superiori a quelle viste a Carpi e Vercelli. Si vede, là al centro, l’impronta di Capezzi come è utile l’apporto di Lupoli nel tenere "alta" la squadra; mancano però ancora le azioni sulle fasce che dovrebbero essere uno dei marchi di fabbrica di questa squadra. Senza però Rivas e Zecchin il gioco fatica a svilupparsi con il baby Scapinello e un Cristiano che resta titolare per mancanza di alternative. La difesa continua a tremare ma, leggiamola in positivo, al "Picchi" ha concesso molto meno che nelle precedenti occasioni. Un Varese dunque sulla strada giusta? Lo vedremo sabato in casa con il Trapani, partita che deve per forza essere sfruttata per fare punti, altrimenti la classifica si farebbe subito pericolosa. Attendiamo fiduciosi, sperando che qualcuno si faccia vivo per creare un maggior numero di occasioni in attacco: con pochi tiri in porta si fa sempre fatica a fare punti e questo è uno dei tanti problemi che andranno "limati" da qui in avanti.

(Scapinello fatica in Serie B, ma sta facendo esperienze importanti / foto Newphotopress)

COLPO D’OCCHIO – Sono circa 5mila i tifosi all’Armando Picchi di Livorno, stadio in cui il Varese di Maran realizzò una delle sue imprese più belle con una vittoria emozionante sotto la neve. Questa volta la temperatura è piacevole e in tribuna arriva anche un buon drappello di sostenitori biancorossi, per nulla demoralizzati dal netto capitombolo di Vercelli.

CALCIO D’INIZIO – I cambiamenti annunciati da mister Bettinelli alla vigilia si concretizzano sulla distinta di inizio gara a Livorno. Le novità, oltre a La Gorga in porta, sono Simic accanto a Rea, Capezzi e Scapinello a centrocampo (resta nell’undici invece Cristiano) e Lupoli in attacco. Anche Gautieri, ex non rimpianto dai tifosi, deve cambiare per via di squalifiche e infortuni (out tra gli altri Emerson e Lambrughi); chi non si tocca è l’altro ex Bernardini, mentre in attacco resta fuori Galabinov a favore del trio Siligardi, Vantaggiato, Cutolo.

(Simic non riesce a salvare in extremis e il Livorno può festeggiare l’1-0)

IL PRIMO TEMPO – Non sono molte le occasioni segnate sul taccuino durante i primi 45′ di gioco, e questo tutto sommato è un bene per un Varese sicuramente migliore rispetto a quello visto a Vercelli (anche a undici contro undici). Lupoli si fa sentire con il pressing, Capezzi dirige bene il traffico in mezzo mentre le uniche sbavature arrivano dalla retroguardia che tuttavia, con il passare dei minuti, pare rinsaldarsi: non è un caso che le migliori occasioni per il Livorno siano tre tiri da lontano di Mosquera – distribuite sui 45′ – che va sempre vicino ai pali ma senza centrare lo specchio della porta. Il momento migliore per la squadra di Bettinelli è nei 10′ a cavallo della mezz’ora: il fraseggio cresce, il Livorno rincula e il Varese arriva anche a provarci dall’area amaranto. Purtroppo quel che manca sono le vere occasioni da gol: il tiro migliore è un sinistro di Cristiano bravo a farsi spazio ma poi autore di una conclusione che Mazzoni può addomesticare con i pugni (33′).
In questa situazione, favorevole agli ospiti, matura invece la rete decisiva, unica della serata al minuto 37′: l’azione nasce dalla destra dell’attacco livornese da dove Moscati lascia partire un traversone maligno verso la porta. La Gorga è sopreso dalla traiettoria e sfiora appena la sfera che finisce a Cutolo il quale – chiuso da Fiamozzi e Rea – inventa un tocco morbido su cui Vantaggiato interviene di testa da pochi passi e segna l’1-0. Il gol sega le gambe al Varese che è costretto ad arrancare nei minuti finali per andare al riposo sul minimo svantaggio.

(Capezzi – a sin. – e Corti: buona la loro intesa a metà campo)

LA RIPRESA – Al rientro in campo le due squadre paiono stuzzicarsi senza però forzare troppo. Si va avanti così sino al 13′ quando il Livorno sfiora il raddoppio sempre con i suoi attaccanti di talento: stavolta è Vantaggiato a fare da assistman dalla destra dopo un rimpallo vinto e Cutolo a provare la deviazione vincente, ma la palla – da buona posizione – si infrange sul palo e viene allontanata dalla difesa. E il momento amaranto prosegue poco dopo ancora con Cutolo, abilissimo con la sfera al limite ma poi leggermente impreciso con il destro, di poco fuori.
A questo punto il Varese comincia a stringere i tempi e al 25′ va per la prima volta vicino al pareggio: Capezzi batte una punizione dai trenta metri in piena area, dove Simic si muove bene ma non riesce ad angolare il tiro che Mazzoni blocca d’istinto. Poco dopo piace lo scambio tra Neto e Fiamozzi, ma il traversone basso del terzino attraversa tutta l’area senza trovare deviazioni verso la porta.
Bettinelli e Gautieri allora iniziano a cambiare: Falcone rileva Scapinello, poi Miracoli per Lupoli ma bisogna attendere il 37′ prima di sobbalzare sulla sedia. Ancora una volta è il portiere Mazzoni a togliere le castagne dal fuoco al Livorno: proprio Miracoli è bravo a guadagnarsi un’occasione ma il suo tiro ravvicinato è respinto di piede dal capitano amaranto che poco dopo deve fronteggiare un tiro di Rea, bravo a farsi trovare pronto in area ma meno al momento del tiro. Ci sarebbero altri 10′ abbondanti, ma l’assedio biancorosso fatica a organizzarsi e un paio di palloni buttati nel mezzo non bastano: il fischio di Abisso (buona direzione per l’esordiente) mette fine alle speranze e respinge un’altra volta il Varese.

TABELLINOINTERVISTEPAGELLELIVE

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.