L’Associazione Genitori rimette mano al parchetto di via Isonzo

L'attivissima AGenCas ha anche installato un defibrillatore all'oratorio, dopo i tre nelle scuole del paese. E intanto già si prepara la festa di Natale con Casetta di Babbo Natale

Casorate Sempione

Ed anche il quarto sigillo è stato posto. L’A.Gen.Cas. (Associazione Genitori Casorate) come promesso ha installato il quarto defibrillatore donato all’Oratorio di Casorate Sempione; proprio qualche giorno fa dopo aver individuato la postazione idonea, lo strumento è stato posto in essere ed attivato.

Casorate Sempione

Ora in collaborazione con il parroco don Stefano Vetturini e con l’associazione “60mila vite da salvare” verranno formati i volontari che saranno abilitati all’utilizzo dello strumento in caso di necessità. «Ci riteniamo soddisfatti per questi obiettivi raggiunti – spiega il presidente A. Conconi – anche se con qualche difficoltà burocratica e di tempistiche, siamo riusciti ad installare i defibrillatori nelle tre scuole ed in oratorio garantendo un aumento della sicurezza per i numerosi bambini, ragazzi ed adulti che frequentano quotidianamente questi ambienti».

L’A.Gen.Cas. non si ferma qui perché il 17 dicembre, in occasione del prossimo Natale, organizza per il secondo anno consecutivo la manifestazione “Natale alla casetta di Babbo Natale” in Area Feste di via Roma dove i bimbi potranno recarsi accompagnati nel bosco a far visita al VERO Babbo Natale per ricevere in dono tanti regali. Per l’occasione l’Area Feste verrà allestita con possibilità di pranzo al caldo del tendone, con mercatini natalizi e dove le varie Associazioni collaboranti avranno spazio per il loro stand.

In questo periodo i soci hanno cominciato ad effettuare i lavori di pulizia e disboscamento del Parchetto di via Isonzo, uno dei principali obiettivi dell’Associazione; come si può notare passando è stata tolta la recinzione ormai obsoleta e rimosse le sterpaglie che la invadevano, in primavera verrà installata la nuova recinzione con un cancello nuovo di entrata. «Al momento siamo in trepidante attesa della convenzione, che il Comune ci deve approvare, riguardante la gestione del parco e la possibilità di ivi costruire la nostra sede, il progetto è pronto – dice Conconi – e dopo mesi di attese passati tra richieste burocratiche ed amministrative e varie proposte di convenzioni presentate, sembra che la luce in fondo al tunnel si veda; confidiamo in una collaborazione rapida e proficua con l’Amministrazione comunale per un progetto che oltre ad essere importante per i giovani e le famiglie, darebbe ulteriore slancio al Paese».

L’A.Gen.Cas si ritrova ogni giovedì sera presso il Centro Anziani “La Riviscera”: «più saremo, più riusciremo a fare».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore