Il Panettone d’Oro premia gli esempi umanitari

Fino al 2 dicembre si raccoglieranno le segnalazioni di soggetti e associazioni che sono riusciti a distinguersi sul territorio milanese

panettone natale san biagio apertura

Si aprono le candidature per il Panettone d’oro 2019. Il premio alla virtù civica compie vent’anni ed è rivolto a meritevoli che a Milano si sono caratterizzati per il loro impegno civico in tema di solidarietà, tutela dei più deboli e attenzione per l’ambiente.

Durante questi anni, le persone e le associazioni premiate con il Panettone d’oro sono stati circa 500.

Da settembre, è stata riaperta la possibilità di indicare un individuo, un gruppo di persone o un’associazione che operano attivamente a favore delle categorie più deboli, contribuendo a migliorare la qualità della vita anche nei quartieri più difficili. Le candidature per il premio alla Virtù Civica sono aperte fino al 2 dicembre.

Il Premio alla Virtù Civica “Panettone d’oro” è stato creato a metà degli anni ’90 dal Coordinamento Comitati Milanesi e vede la collaborazione attiva di Comieco (Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica), AMSA, gruppo A2A e di un cartello di associazioni cittadine (Assoedilizia, Amici di Milano, Associazione SAO, Ciessevi, City Angels e Legambiente).

I meritevoli verranno selezionati da una giuria che valuterà la costanza e l’impegno dei soggetti o degli enti, in base a quanto hanno messo in pratica e in che modo hanno aiutato a diffondere un esemplare comportamento civico nel capoluogo lombardo e negli altri 133 comuni periferici. Tra questi, durante la cerimonia di premiazione a Milano in prossimità della festa di San Biagio, venerdì 8 febbraio, 10 persone riceveranno l’attestato di riconoscimento, mentre ad altri 10 gruppi di cittadini e associazioni sarà destinata una menzione speciale.

Tra i premiati della precedente edizione ci sono Claudio Campesi, al quale è stato riconosciuto l’impegno contro la ‘ndrangheta, sia come giornalista sia come membro di associazioni antimafia; Emanuela Scandolara, animatrice di una scuola di teatro che coinvolge giovani migranti, come esempio di inclusione sociale e incontro tra diverse culture; l’Associazione Avvocato di Strada Onlus, che offre supporto legale a chi è escluso dall’accesso ai diritti fondamentali; Recup, valido esempio di integrazione sociale e lotta allo spreco del cibo, che organizza il recupero delle eccedenze alimentari nei mercati rionali di Milano, facendo in modo che siano ridistribuite tra gli stessi esecutori del lavoro di recupero.

di
Pubblicato il 24 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore