Oltre 250 studenti alla scoperta della storia del Parco Comerio

I ragazzi di prima del Liceo Candiani sono stati accolti nel parco per imparare la storia che c'è dietro quei luoghi

parco comerio

Lunedi 16 e martedì 17 settembre il liceo artistico Candiani di Busto Arsizio nell’ambito del progetto accoglienza e alternanza studio lavoro, con l’ausilio dei rappresentanti delle rsu e dell’associazione Noi della Comerio Ercole 1885, hanno promosso la presentazione a tutte le classi prime del lavoro progetto Comerio, presso l’omonimo Parco. In particolare il murales prospiciente il monumento ai deportati e il totem posto all’ingresso principale. Nelle due mattinate si sono alternate ben undici classi,  con una presenza complessiva di oltre 250 studenti.

La professoressa Stefania Cattaneo, promotrice dei lavori realizzati, ha dato un’ampia spiegazione e illustrazione del lavoro tecnico eseguito sia di “pittura”, per quanto riguardava il murales, sia di “grafica” per quello del totem.

Annalisa Mineve, presidente dell’associazione, ha spiegato ai ragazzi cosa sorgeva prima nel Parco Comerio, illustrando le attività che si sono evolute nel corso degli anni dalla fondazione della Comerio Ercole fino ai giorni nostri. Natale Pargoletti, a nome delle rappresentanze sindacali unitarie, si è soffermato più nello specifico del fatto storico accaduto il 10 gennaio 1944 costato la deportazione per l’intera Commissione Interna.

Fulvio de Bernardi, consigliere dell’associazione, ha ricordato ai ragazzi i lavori della rappresentazione teatrale della deportazione e realizzata lo scorso anno grazie alle sinergie dello stesso liceo artistico che dell’istituto tecnico commerciale Tosi e consegnando ai ragazzi presenti alcune locandine relative allo spettacolo teatrale.

di
Pubblicato il 20 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore