Quantcast

Lo fermano fuori casa a Gallarate con lo skate, in camera il 20enne aveva due chili di hashish

Auto civetta e perizia investigativa gli ingredienti che hanno permesso il sequestro di oltre 2 chili di droga ad un giovane

varie

A spasso con lo skate, fuori casa, non si era accorto che ad aspettarlo c’erano gli agenti in borghese dell’antidroga che avevano notato dei movimenti strani in precedenza, e una volta fermato sono serviti pochi minuti per sapere che in camera aveva 22 panetti di hascisc, altra droga, bilancini e contanti che hanno portato all’arresto di un ventenne gambiano.

L’intuito investigativo e la profonda conoscenza della realtà territoriale, unite alle segnalazioni provenienti dai residenti del quartiere di Cedrate, insospettiti dal continuo via vai anche in pieno lock-down, hanno consentito agli investigatori di interrompere una fiorente attività di spaccio di stupefacenti, posta in essere dal giovane.

Nel pomeriggio di ieri, giovedì, in abiti civili ed a bordo di autovetture “civetta”, i poliziotti hanno iniziato una mirata attività di osservazione nei pressi della residenza del ragazzo.

Circa un’ora dopo hanno potuto notare un contatto tra la persona osservata ed un altro giovane, ma non sono riusciti a capire se ci fosse stata effettivamente una compravendita di stupefacente e pertanto hanno proseguito nell’attività di appostamento nei confronti del giovane gambiano, che nel frattempo è rincasato ed è stato successivamente sottoposto a controllo di polizia, quando a bordo di una skateboard elettrico stava tranquillamente uscendo nuovamente di casa.

varie

Il giovane è risultato in possesso di 885 euro, di cui non ha saputo al momento giustificare la provenienza, e di  2 telefonini. Una volta reso edotto del motivo del controllo il giovane ha ammesso fin da subito di detenere presso la propria abitazione la quantità di circa 2 chilogrammi di hascisc e la successiva perquisizione domiciliare ha permesso infatti agli operatori di rinvenire e sequestrare 22 panetti del peso lordo di circa un etto cadauno, contenenti sostanza stupefacente che il narcotest ha individuato con certezza essere hascisc, 6,7 grammi di verosimile marijuana, confezionata in una bustina di cellophane trasparente, un bilancino di precisione a lettura digitale e vario materiale idoneo al confezionamento di singole dosi di stupefacente.

Inoltre gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato la somma contante di 5.000 euro, composta in banconote da 50, trovata nel comodino della camera da letto, somma di cui l’interessato ha taciuto l’esistenza e ritenuta fondatamente essere il provento della sua illecita attività di spaccio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore