Gli Artisti Indipendenti al fianco di “Valbossa in Rosa”

Ancora un weekend ad Albizzate poi la mostra che raccoglie le opere di pittori e scultori della provincia di Varese si sposterà ad Azzate. L'iniziativa rientra nel mese della campagna di prevenzione del tumore al seno

Valbossa in Rosa 2020

Sarà visibile ancora questo fine settimana nella Sala Reni nel Comune di Albizzate la mostra d’arte dell’Associazione degli Artisti Indipendenti di Varese.

L’iniziativa fa parte dell’evento “Valbossa in Rosa“che vede la partecipazione di 17 Comuni della provincia di Varese uniti nella sensibilizzazione per la prevenzione del tumore al seno. Sabato 10 e domenica 11 ottobre dalle 9.30 alle 12 e dalle 15 alle 18, sarà ancora in Sala Reni, poi l’esposizione si trasferirà nella sala consiliare di Azzate. Inaugurazione sabato 17 ottobre alle ore 17 poi resterà aperta al pubblico sabato 24 e domenica 25 ottobre. Cerimonia di chiusura il 25 ottobre alle ore 18; in quell’occasione avverrà la consegna del premio Luigi Pedretti. 

La storia degli Artisti Indipendenti di Varese

E’ il 1955, la guerra è ormai finita con le sue tragedie da qualche anno e si comincia a respirare un clima di crescita e di ottimismo destinato a cambiare il nostro stile di vita.
Anche la cultura è in fermento, si aprono teatri, cinema e le gallerie presentano vecchi e nuovi artisti. Chi può investe in opere d’arte, o, semplicemente, abbellisce le pareti di casa con opere di pittori amici, ma soprattutto nascono circoli culturali ed associazioni che raggruppano persone appassionate ed attive nel promuovere l’arte in tutte le sue sfumature.
In questa atmosfera nasce a Varese, in via Donizzetti al n° 6, nelle sale dell’Ateneo Prealpino, messe a disposizione dall’Unione Industriali, l’Associazione Artisti Indipendenti di Varese.
L’articolo 3 dello statuto cita così: “L’associazione è apolitica e apolemica, essa ha lo scopo di riunire artisti di qualsiasi tendenza, allestire mostre d’arte a carattere collettivo, organizzare gite e riunioni a carattere culturale”
Tra le firme dei fondatori si leggono artisti che hanno contribuito a fare la storia dell’arte varesina e non solo: Giuseppe Talamoni, Antonio Ricci, Carlo Rossini, Cesare Frattini, Bruno Franchin, Sergio Colombo, Giuseppe Triacca, Giuseppe Zucchetti.

Nel 1956, presso la stessa sede, si tenne la prima mostra alla presenza delle autorità cittadine.

Negli anni tantissimi altri artisti si aggiungeranno ai già citati che hanno avuto o hanno tuttora una lunga carriera: Riccardo Borghi, Paolo Borghi, Silvio Bonelli, Adriano Bozzolo, Antonio Piatti, Adelio Colombo, padre Francesco Galloni e tanti altri. Presidente dell’Associazione è oggi Enzo Vignola. 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.