Covid: quali sono le mascherine che ci proteggono davvero?

Ormai da diversi mesi le mascherine sono entrate a far parte della nostra vita quotidiana

mascherine

Ormai da diversi mesi le mascherine sono entrate a far parte della nostra vita quotidiana. Resta ancora da capire, però, quali sono quelle che ci proteggono davvero: per capirlo abbiamo coinvolto il team di mascherine.it.

Che cosa sono le mascherine FFP?

FFP è un acronimo che sta per Filtering Face Piece: vuol dire, appunto, “maschera filtrante”. Queste mascherine permettono di essere protetti dai fumi, dalle polveri e dalle nebbie di liquidi (i cosiddetti aerosol) che possono essere inalati. Non garantiscono una protezione adeguata, invece, rispetto al gas e al vapore. La capacità di protezione di una mascherina FFP aumenta con l’aumentare dell’indice FFP. Il livello protettivo è rappresentato dalla capacità di trattenere la maggiore quantità possibile di microparticelle.

Che differenza c’è tra le mascherine FFP2 e le mascherine FFP3?

In una mascherina FFP2, la capacità di trattenere le microparticelle è uguale o superiore al 94%, mentre in una mascherina FFP3 questo valore sale fino a un minimo del 98%. In tutti e due i casi, comunque, il potere filtrante massimo viene garantito per otto ore. Inoltre si sta parlando di mascherine che non si possono riusare. In sintesi: per proteggere le altre persone va bene una mascherina chirurgica, ma in realtà basta qualsiasi altra maschera che consenta di coprire il naso e la bocca. Se, invece, si vuol proteggere sé stessi, conviene optare per una mascherina FFP2 o per una mascherina FFP3.

Perché è importante conoscere le caratteristiche di queste mascherine?

È ovvio che il 2020 è destinato a essere ricordato come l’anno di diffusione della pandemia mondiale dovuta al Covid19, e il problema è che non sappiamo ancora quando l’emergenza sanitaria si potrà considerare conclusa. La mascherina, sin dal primo momento, è stata il dispositivo di protezione più usato a livello mondiale al fine di contrastare la propagazione del virus. Prima di quest’anno, però, la maggior parte delle persone non ne aveva mai utilizzata una. Il dispositivo, infatti, era stato appannaggio quasi esclusivo di poche categorie di lavoratori, come per esempio gli infermieri, i medici e gli operai a contatto con microparticelle cancerogene. Questa, almeno, era la situazione nel mondo occidentale, perché invece nel continente asiatico le cose andavano diversamente: nelle grandi metropoli cinesi e giapponesi, infatti, i cittadini erano abituati a indossare tutti i giorni la mascherina per proteggersi dall’inquinamento.

Che cosa è cambiato dall’inizio di quest’anno?

Da quando hanno iniziato a serpeggiare i primi timori relativi al coronavirus, milioni e poi miliardi di persone non hanno potuto fare altro che nascondere la propria faccia dietro una mascherina. È così che, volenti o nolenti, siamo stati costretti a prendere dimestichezza con questi oggetti, e soprattutto abbiamo dovuto imparare a riconoscere le differenti tipologie di prodotto, per distinguerle e capire quale fosse la più adatta. Nessuno, tra le persone comuni, aveva probabilmente mai sentito parlare di classi di protezione e delle diverse categorie di mascherine. Tuttavia, da quando il virus è diventato un nostro coinquilino e ha iniziato a far parte della nostra vita di tutti i giorni, non abbiamo potuto fare a meno di cercare di capire che cosa cambiasse tra un livello protettivo e l’altro. Ecco, quindi, che finalmente abbiamo scoperto che cosa cambia tra le mascherine che proteggono solo gli altri, quelle che proteggono solo chi le indossa e quelle che proteggono sia gli altri che chi le indossa.

Che cosa si trova sul vostro sito?

Chi visita il sito mascherine.it ha la possibilità di scegliere tra prodotti che offrono i più alti standard di qualità e permettono di far fronte alla situazione di emergenza epidemiologica causata dal Covid19. Siamo convinti che la sicurezza sia strettamente correlata alla qualità: ecco perché il nostro sito propone un vasto assortimento di articoli provenienti da fornitori selezionati con la massima cura. I nostri prodotti sono destinati non solo ai privati e alle famiglie, ma anche alle imprese ospedaliere e alle aziende del settore sanitario. La scorsa primavera, grazie alla collaborazione dei nostri partner internazionali, abbiamo sostenuto il rifornimento di tutti gli enti in difficoltà e degli ospedali, importando milioni di mascherine. Al tempo stesso abbiamo dato il la a una produzione in Italia che attualmente è a pieno regime.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.