» Invia una lettera

Camminare tra i rifiuti

1 di 3

1 di 3

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

28 Agosto 2015

Caro direttore

cammino molto durante le pause lavorative, e spesso capito dalle parti della Boschina, che da Crenna scende verso i Fontanili di Besnate. Una delle ultime oasi verdi rimaste dopo gli scempi degli ultimi 30/40 anni, per cui andrebbe gestita come un raro gioiello, sia dai cittadini che dalle amministrazioni.

Invece, purtroppo, il quadro che si presenta e’ sempre più degradante e deprimente. Rifiuti ovunque, oltre alle solite bottiglie, cartacce, lattine (foto di repertorio) si possono trovare sacchi della spazzatura, resti di mobili, chincaglieria e altro… Un vero mercatino del rifiuto, a cui non manca nulla o quasi. I soliti idioti lasciano il frutto della loro idiozia a bordo strada o appena dentro il bosco, solo pochi si avventurano all’interno.

D’accordo che la mamma del cretino e’ sempre incinta e che non e’ possibile controllare tutti ma possibile che gli amministratori comunali, locali, provinciali, regionali, non vedano mai nulla??? Non si accorgano mai di ciò che succede fuori dai loro begli uffici???? Noi li paghiamo e dobbiamo pretendere che facciano il loro dovere!!! Che alzino il deretano dalla comoda poltrona e vengano a vedere ed a pulire!!!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Sono ritornato da un viaggio in Francia da parte a parte, 700 km, su strade di campagna e provinciali. Risultato?
    ZERO RIFIUTI.

    Il problema è che gli italiani andrebbero presi a mazzate in testa, dovrebbe essere ribaltata la società, il modo di pensare ma soprattutto inizierei con un semplice obiettivo:
    – ognugno si impegna a tenere pulito davanti a casa sua
    – se trovo dei rifiuti nel limite del possibile li sposto e li metto vicino ad un cestino in modo tale che possano essere portati via
    – se non posso spostarli li segnalo
    – i comuni SI DEVONO SVEGLIARE ed incominciare a pensare alla normale gestione , decoro e pulizia del loro territorio perché c’è sempre più gente che viaggiando all’estero e tornando in Italia si rende conto di vivere in una latrina.

    1. Scritto da amber

      condivido cio’ che scrive Felice. Non solo in Francia, ma senza prendere in considerazione gli stati dekl nord Europa, Svizzera ed Austria su tutti, si capisce che siamo un popolo incivile anche andando in Slovenia o Croazia, dove i boschi e le spiagge sono costantemente pulite e decisamente molto piu’ controllate rispetto alle nostre.Purtroppo non credo che la situazione possa migliorare , se non verranno prese severe restrizioni o decisioni.

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.