Ricerca

» Invia una lettera

Discarica Italia

1 di 1

Discarica Italia
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

1 Marzo 2021

Non mi fraintendete. Sebbene pulisca periodicamente alcuni pezzi di ciclabile e stia sempre con l’occhio vigile verso gli zozzoni, non posso che provare sconforto quando leggo dei manipoli di volenterosi che si dedicano alla pulizia di strade, sentieri e boschi trovando di tutto di più e facendoci vergognare ancora una volta di essere italiani.
Ma la rabbia maggiore la provo verso le istituzioni di questo paese, dove sembra manchi un vero piano di azione condivisa per far calare drasticamente questo odioso fenomeno di abbandono dei rifiuti che ci rende la vergogna d’Europa.
Delle amministrazioni comunali la maggior parte se ne fregano e strizzano gli occhi in modo sornione di fronte a questo manipolo di cittadini che si rimboccano le mani e puliscono a titolo gratuito solo per il bene comune, quando invece dovrebbero essere loro, i nostri amministratori grazie alle tasse che paghiamo, ad essere in prima linea per pulire.
Su questo i comuni dovrebbero fare un mea-culpa e svegliarsi dal sonno decennale che ha contraddistinto la scarsa cura e la salvaguardia del territorio. Solitamente molto attivi e in prima linea quando c’è da costruire un supermercato ma poi sfuggenti e carichi delle solite litanie del “non ci sono soldi” quando c’è da rendere decoroso il nosto territorio. Ovviamente i soldi poi ci sono sempre, pronti per essere spesi in faraoniche piazze e rotonde da centinaia di migliaia di euro.
Ed i cittadini, mea culpa di essere oramai sonnecchianti in una società dedita al sollazzo e alla egemonia dell’io, dovrebbero incominciare a lamentarsi e ad invocare il diritto di vivere non in una discarica a cielo aperto perchè tale è oramai l’Italia intera.
Il confronto con l’estero è impietoso…la Svizzera sembra una cartolina ma anche la Francia e la Germania non scherzano…non c’è una carta per terra…mentre da noi nei boschi ci trovi dall’amianto alle lavatrici senza contare i soliti sacchetti di spazzatura buttati al passaggio di auto e di camion.
Italia Land of Tourism dice ancora qualche ingenuo….finchè anche gli stranieri non si renderanno conto che ha poco senso pagare per imbattersi in discariche continue e ci scaricheranno pure loro.
A quel punto sì che che ci mageremo veramente i rifiuti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Novastarburst

    Sono Marco, è sono uno dei tanti (pochi) che condividono il tuo pensiero e da un paio di anni circa, rimuovo l’italianità dai boschi, prati, lati delle strade… Nei paesi “civilizzati”, questo comportamento viene considerato negativo da qualsiasi punto lo si osserva. In Italia, è folclore. Purtroppo durante il concepimento viene a mancare materia prima, poi altre mancanze avvengono durante la crescita… in Svizzera lo chiamano esseri incivili, qua solo strafottenza e ignoranza.

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.