Ricerca

» Invia una lettera

L’assurda caccia all’ambulanza di qualche negazionista

1 di 1

Ora è caccia alle ambulanze
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

24 Novembre 2020

Cara Redazione,

è notte a Torino. Un suv di grossa cilindrata segue l’ambulanza per le strade di Torino. dove gli operatori sanitari stanno raggiungendo un paziente Covid. Loro stessi si accorgono dopo pochi chilometri di essere seguiti e avvisano la centrale del 118.

A bordo del suv ci sono due persone e non mollano la presa fino a quando non raggiungono l’ambulanza ormai a destinazione sotto casa del paziente. Il conducente scende e inizia a insultare gli operatori del mezzo di soccorso. È un negazionista e sostiene che il mezzo giri vuoto per creare il panico. L’altra persona, che rimane in macchina, filma tutto con il telefonino come se stesse documentando qualcosa. Poi arriva una pattuglia e i due vengono identificati mentre gli infermieri del 118 portano a termine il loro intervento.

Quello che a me fa paura non sono questi pazzi che andrebbero riportati nei manicomi. E’ il clima umano che si sta instaurando a questo paese. Manca empatia, solidarietà, appartenenza e quel senso di far parte di una squadra che deve far remare tutti nella stessa direzione. Si nega e rifiuta l’evidenza. Questi pazzi no-mask criticano e negano la emergenza sanitaria quando i loro stessi comportamenti hanno causato la emergenza stessa.

Ma è mai possibile che questi negazionisti possano minacciare ed insultare degli operatori sanitari alla luce del sole, sentendosi forti ed impuniti? Ma dove sta finendo questo paese? Ma dov’è la risposta forte dello Stato verso questo manicomio?
Qui c’è da reagire con fermezza altrimenti saremo in mano a dei dementi senza speranza.

Felice

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.