Ricerca

» Invia una lettera

Non sta andando tutto bene

1 di 1

Non sta andando tutto bene
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

10 aprile 2020

Il 4 aprile la Lombardia ha approvato l’ordinanza che prevede l’obbligo di coprirsi il volto quando si esce di casa. Bene.
Ma, come è ormai noto ai più, di mascherine adeguate se ne trovano ben poche. Io abito a Gallarate e il Comune si è attivato per distribuire quelle chirurgiche di casa in casa; non è molto, ma meglio di niente. Bene.
La precedenza spetta – giustamente – ad anziani, persone con sintomi Covid-19 o con altre patologie; io e mio marito abbiamo rispettivamente 28 e 30 anni, per cui saremo gli ultimi della lista. Leggo nell’ordinanza che è “sufficiente coprirsi il volto per uscire di casa”. Bene.
Mi bardo con la sciarpa e mi reco a fare la spesa in una nota catena di supermercati della zona; all’ingresso mi invitano a indossare una mascherina “come si deve”, perché la sciarpa non basta. Bene.
Spiego gentilmente di non averne trovate e di essermi arrangiata come potevo, cercando pur sempre di rispettare le regole. Ma non basta. Bene.
So che nel paese dei miei genitori la stessa catena, in collaborazione con la Protezione Civile, distribuisce gratuitamente delle pseudo mascherine per chi non ne ha, dando così a tutti la possibilità di entrare a fare la spesa in una parvente sicurezza. Spero che anche qui facciano lo stesso.
Invece mi propinano, alla modica cifra di 23 euro, una confezione di 20 “mascherine” che chiamare tali sarebbe un insulto. Pendere o lasciare.
Inutile proseguire con il racconto: credo si possa immaginare come si sia conclusa la mia “avventura”.

Ho sempre creduto profondamente nella mia Italia, nella mia regione, persino nel mio paesello di provincia; eppure oggi per la prima volta ho provato un senso di amarezza e delusione mai sperimentato prima. E badate bene, non sono certo i 23 euro a farmi storcere il naso. Forse un po’ sì, ma a lasciarmi l’amaro in bocca è soprattutto vedere che non cambiamo mai, che si specula sempre e comunque, persino quando ci sono in ballo la vita e la morte.
Non voglio trovare a tutti i costi un capro espiatorio: il supermercato in questione? La Regione? Lo Stato?
Non lo so. In fondo, nemmeno mi interessa.
Quel che è certo è che non sta andando tutto bene. Anzi.

Elisa

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.