Ricerca

» Invia una lettera

In Vespa alla corte del principe Tao

università insubria
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

24 Settembre 2021

Giornata speciale quella di oggi per Varese: all’Università dell’Insubria si è in attesa del più grande matematico vivente: Terence Tao. Riceverà il premio Riemann 2019, per vari motivi assegnato oggi.

Parto presto e salgo a Varese in Vespa. La matematica è energia creativa e io mi presento con un simbolo della creatività italiana.

Il vero principe della matematica, Carl Friedrich Gauss, potrebbe anche rivoltarsi nella tomba, ma oggi questo riconoscimento, a ragion veduta, spetta al professor Tao. Australiano, figlio di cinesi, attualmente professore all’Università della California di Los Angeles, uno che a 5 anni dialogava con un certo Paul Erdos, laureato a 17 anni, medaglia Fields nel 2006. Si occupa di analisi armonica, combinatoria, teoria analitica dei numeri.

La sua conferenza ha per titolo “Universality and possibile blowup in fluid equations”. Intuisco che tratterrà il tema della dinamica dei fluidi, probabilmente parlerà di Navier Stokes, uno dei problemi matematici irrisolti da un milione di dollari. Già il titolo frena le mie ambizioni di comprensione, non parliamo del contenuto. Qualche dubbio sulla mia partecipazione l’ho avuto, io non matematico ma semplice professore di matematica. Ho chiesto cosa ne pensassero amici, ex colleghe, ex studenti oggi professori universitari di matematica. La risposta è stata unanime: non penso che si possa capire qualcosa, ma vale la pena esserci. E così è stato; visto, ascoltato e ci ho pure parlato.

Gli ho chiesto se avesse visto e cosa ne pensasse del film “Gifted il dono del talento”. Mi ha risposto di sì, ma mentre stava argomentando, è stato “accompagnato” verso altre incombenze.

Il film del 2017, visibile in Amazon Prime, parla di una bambina di 7 anni, orfana di madre, genio precoce della matematica, e della battaglia legale per la sua custodia. Si confrontano e scontrano due visioni opposte su cosa offrire e come è meglio rapportarsi a un simile dono naturale. Lasciare crescere questi bambini come qualsiasi altro preadolescente, e quindi magari negare la possibilità di un grande sviluppo delle loro potenzialità oppure rinunciare alla socialità, al gioco, e trasferirli da subito in ambito universitario? Un percorso che il giovanissimo Terence ha sicuramente vissuto in prima persona.

Alla mia età la memoria inizia a non rispondere più a comando: si legge tantissimo, si viaggia, ma a volte il semplice ricordo di ieri difetta nell’oggi. Si sopravvive, direi ancora bene, cercando le emozioni del momento: questo ho avuto stamane, questo porto con me nel domani.

A proposito: il QI del professor Tao è 230. Einstein si era fermato a 160!

Claudio Carabelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.