Antonio D'Eramo

  • Vive a Saronno VA

I miei commenti (1)

  1. “Je suis Charlie” non era un grido a difesa delle idee dei redattori di quella rivista. Era un grido a difesa della libertà di espressione. Accanto ai molti cristiani, ci sono anche atei uccisi (e nessuno chiede che si dica “Io sono ateo”). Gli anticorpi che vengono evocati dovrebbero essere quelli della laicità di cui lo Stato ha da tempo deciso di fare a meno. Se la nostra società è libera e laica è grazie alla Rivoluzione Francese e non alle radici cristiane o al “pugno” di papa Francesco.

    in Porro, ultimo editoriale: “Elezioni, evento per costruire la Saronno che vogliamo”

    31 Maggio 2015 @ 15:52

Foto dei lettori (0)

Notizie (0)

Lettere (0)

Auguri (0)

Viaggi (0)

Nascite (0)

Matrimoni (0)

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.