Ricerca

» Invia una lettera

L’impresa è sempre più rosa

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

2 aprile 2009

Caro direttore,
 
Sono stato e sono sempre pù favorevole all’incremento delle cosiddette quote rosa, in ogni settore delle attività umane e ad ogni livello in quanto credo alla parità dei sessi.
Una cosa dell’articolo, però, non mi convince e cioè laddove si parla di " imprese guidate da donne extracomunitarie " e si indicano dati che – se presi senza la dovuta ponderazione – potrebbero far ritenere che in breve tempo le donne extracomunitarie siano riuscite a fare più di quanto le donne
"nazionali" non abbiano fatto in mezzo secolo!
Per opportuna completezza di informazione, invece, credo bisognerebbe precisare che (gran) parte di queste imprese guidate da extracomunitarie sarebbero denunciate presso la Camera di Commercio solo per poter ottenere la Partita Iva (che forse non verrà mai usata) che possa agevolare il loro fine (permesso di soggiorno): se entriamo più a fondo nelle statistiche, possiamo rilevare che le suddette siano per lo più …. imprenditrici di sè stesse (con tutto il rispetto, ma anche con la convinzione del peso che potrà derivare alla formazione del PIL nazionale).
Non vorrei essere frainteso nè contestato con argomentazioni socialmente….non utili, ma vorrei solo inserire una "cartina di tornasole" in questa crescita, da ridimensionare.
Potrei sbagliarmi, come tutti; disposto anche a ricredermi.
Cordiali saluti.
  
Corrado

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.