Ricerca

» Invia una lettera

“Mi hanno operato, ed è stato come essere a casa”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

11 dicembre 2009

Buongiorno,
vi scrivo per raccontarvi la mia avventura all’Ospedale di Circolo di Varese.
Spero vogliate/possiate dare a questa mia lettera lo stesso risalto che viene dato alle lettere polemiche e di protesta verso l’Ospedale di Varese.
Il giorno 26 ottobre sono stato operato presso l’Ospedale di Circolo di Varese; l’operazione non era particolarmente ostica (menisco in day hospital), ma nonostante questo avevo veramente paura.
La mia giornata è così trascorsa: ore 7.00 ero al reparto Ortopedia, ore 7.15 ero in camera nel letto; nel giro di un’ora sono passate le infermiere a fare i vari controlli, è passato il l’ortopedico , son passati altri medici.
Verso le 11 del mattino sono stato "prelevato" dalla camera da letto e portato al piano di sopra, dove sono stato operato; in sala operatoria, durante l’operazione, c’erano piu’ persone ( le chiamo persone non sapendo identificare un medico piuttosto che un dottore piuttosto che un infermiere..); erano tutti gentilissimi, mi trattavano benissimo e soprattutto facevano il possibile per tenermi allegro (e questo, vista la mia paura, è stato il passaggio piu’ importante).
Ad operazione conclusa sono stato riportato in camera; dopo un’ora circa mi è stata portata a letto la merenda (a scelta, tra varie cose), e poco dopo sono passati dei Medici (molto giovani, gli stessi della sala operatoria) per fare il controllo.
Prima di dimettermi (verso le 17), uno è venuto anche a battermi il cinque.
La sintesi è questa: ho dovuto fare questa operazione al menisco, nonostante avessi una paura immensa; sono arrivato all’ospedale e NON ERO FELICE di trovarmi li; ho conosciuto i dottori/medici e mi sono SENTITO A CASA; mi hanno trattato come un fratello, come uno di loro; ridevano e scherzavano con me, sia prima, sia durante, sia dopo l’operazione; mi chiamavano per nome, e io NON CONOSCEVO (e tutt’ora non conosco) nessuno di loro.
Circa 10 giorni fa ho fatto la visita di controllo per verificare che fosse tutto ok (e fortunatamente è tutto ok!), e nel corridoio del reparto di ortopedia ho trovato l’ortopedico che mi ha operato, il quale si ricordava non del mio nome (ovviamente), ma si ricordava di avermi operato un mese prima e ricordava anche quale fosse il mio problema.
In conclusione, un grazie immenso al Dr. Masotti e alla sua squadra di Medici, persone competenti e umane.
La prossima volta (sperando non ci sia una prossima volta..) avrò molta meno paura nel venire all’Ospedale di Circolo di Varese a farmi operare da Voi.
Cordiali saluti

Cignoli Marco

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.