Agazzone mette i brividi al Varese, Sehic lo salva in extremis

Una punizione dello sloveno all’87° promuove la squadra di Mangia al prossimo turno. Ad un bel Gavirate non basta la doppietta dell’attaccante.

Una punizione tesa, forte e precisa calciata da Sanel Sehic a 3’ dallo scadere promuove il Varese agli spareggi lombardi di eccellenza dopo un match emozionante. Un match che per poco non regala una grande gioia all’ottimo Gavirate che, dopo aver rimontato con una doppietta di Agazzone lo svantaggio iniziale, sfiora un successo storico.

La formazione biancorossa ringrazia di nuovo il suo bomber sloveno (nella foto www.extra-pixel.com), valore aggiunto di una squadra che quest’oggi ha solo in parte legittimato la superiorità tecnica accreditata alla vigilia. Ora la squadra di Mangia sarà attesa dalla temibile Tritium, vincitrice dell’altro girone lombardo (4-0 in finale sull’Usmate). Andata a Trezzo d’Adda domenica prossima, ritorno tra due settimane a Masnago.


La gara regala emozioni fin dall’inizio: al 1’ un colpo di testa di Bajric mette i brividi alla retroguardia varesina ma la palla finisce fuori di poco. Il Varese replica con l’azione del vantaggio: azione prolungata della squadra di Mangia, traversone dalla destra di Cunati per Sehic che, lasciato troppo solo, può volare altissimo e mettere in rete di testa. Il Varese si galvanizza e confeziona altre due palle gol su palla inattiva con altrettante punizioni di Criniti e Sehic sventate in angolo da due ottimi interventi di Siviero. Attorno al 20’ il Gavirate si fa vedere con un paio di spunti di Salvador e con un triangolo Squizzato-Bajric, contenuti dalla difesa biancorossa.

Al 28’ il Gavirate pareggia un po’ a sorpresa: Squizzato avanza sulla destra e mette in mezzo. Di fronte a sé ha Mazzotta che viene colpito sul braccio, aderente ad un fianco. L’arbitro (che fino a quel momento aveva ammonito tre giocatori rossoblù) non si consulta con il guardalinee e concede la massima punizione che Agazzone trasforma nonostante l’intuizione di Verderame che tocca la palla.

L’ultimo quarto d’ora della prima fase regala solo un paio di conclusioni di Criniti e Aries, finite fuori di poco, e l’infortunio di Cunati sostituito da Arena nel secondo tempo.


Al rientro dopo l’intervallo il Gavirate appare più intraprendente e punge la retroguardia biancorossa che però non sbanda. Mangia arretra Criniti e lascia Sehic troppo solo in attacco, così i rossoblu di Roncari iniziano a fare valere una certa supremazia territoriale. A metà tempo il Varese torna a farsi pericoloso con alcune ripartenze, ma Civati prima e Sinatra poi anticipano Sehic a centro area. Ci prova anche Criniti (76’) con una gran rovesciata (foto: www.extra-pixel.com) che sfiora la traversa.

Al 79’ però Agazzone gela di nuovo i tifosi biancorossi e manda in orbita quelli gaviratesi. Moro ruba palla sulla sinistra e si invola verso l’area del Varese, poi mette in mezzo. Mazzotta libera come può e sulla sfera si avventa Agazzone che al volo dal limite mette in gol con uno splendido diagonale.

Il Varese si getta in avanti con un Croci in più nel motore. Siviero risponde all’offensiva biancorossa con due grandi interventi nel giro di pochi istanti ma la squadra di Roncari fatica ad alleggerire. Al minuto 87 il Varese si procura una punizione a tre metri dal limite: batte Sehic il cui tiro è forte e preciso. Siviero questa volta non può nulla: 2-2, è il gol qualificazione. Gli ultimi minuti di gara sono ancora molto vibranti, con i rossoblu all’attacco ed il Varese a giocare di rimessa.

L’ultimo brivido al 91’, con Salvador fermato in area dal fuorigioco (anche se Verderame aveva abbrancato la sfera). Finisce così in parità, risultato che promuove il Varese per effetto della miglior classifica nella prima fase. Giusto però spendere due parole per questo Gavirate, ancora una volta dimostratosi al livello delle migliori. Magra consolazione per Roncari e per i suoi uomini, ma punto di partenza per il futuro.

 

Gavirate – Varese 1910 2 – 2 (1-1)

Marcatori: Sehic (V) 3’, 87’, Agazzone (G) 28’ ®, 79’.

Gavirate: Siviero, Civati, Aries (60’ Moro), Coghetto, Ferrario, Sinatra, Squizzato, Minervino, Salvador (60’ Russo), Agazzone, Bajric (83’ Roncari). All. Roncari. (Parini, Ramella, Stizia, Vallone).

Varese: Verderame, Pisano, Cervellin, Pascuccio, Troiano, Mazzotta, Cunati (46’ Arena), Branchetti (79′ Croci), Sehic, Criniti (89’ Cavallaro), Fernandez A. All. Mangia. (Pedretti, Garcia, Adzaip, Giordano).

Note. Terreno in buone condizioni, cielo nuvoloso. Ammoniti: Ferrario, Agazzone, Sinatra, Coghetto (G), Troiano, Pisano (V). Arbitro: Parinbelli di Bergamo (Cazzaniga e Grossano). Spettatori: 700.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 maggio 2005
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore