Mostra sugli orrori in Cina

Gremito l'atrio di Palazzo Borghi per la presentazione della mostra fotografica sui campi di lavoro forzato

Gremito l’atrio di Palazzo Borghi, municipio di Gallarate, in occasione della presentazione della mostra fotografica sui Laogai, campi di lavoro forzato nella Cina del terzo millennio, svoltasi sabato mattina alle 11. La mostra e le sue motivazioni, anticipate dall’organizzatore e coordinatore dei lavori, Giuseppe D’Aquaro, presidente dell’associazione culturale Narsil, sono state discusse ed illustrate dal presidente provinciale dell’Api, Franco Colombo, che ha poi lasciato la parola al presidente nazionale della Laogai Research Foundation,Toni Brandi, che dei campi di concentramento e della loro filosofia ha dato una esauriente descrizione, sottolineando anche il noncurante colpevole silenzio delle potenze occidentali. Ha concluso la presentazione Luca Ferrazzi, consigliere regionale di An, che con tono vibrante si è impegnato in prima persona a fare il possibile perchè sia diffusa la conoscenza dell’orrore che sta dietro a questo sfruttamento forzato di detenuti, tenuto nascosto in nome di interessi finanziari ed internazionali. Gran parte degli astanti ha rivolto domande ed ha offerto il proprio impegno nella diffusione della conoscenza dei Laogai. La mostra fotografica è aperta al pubblico da lunedì 26 novembre a venerdì 30 novembre negli orari di apertura del Municipio di Gallarate.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.