Easyjet, arrivano gli investimenti per Malpensa

La compagnia low cost inglese pronta ad aprire i portafogli: 600 milioni per un piano triennale ambizioso. La risposta ai dubbi di Ryanair

Ryanair lascia la porta aperta a Malpensa e Easyjet non perde tempo e rilancia. La compagnia low cost inglese, che nel 2007 ha trasportato 38,2 milioni di passeggeri in Europa, con un aumento del 13,5% rispetto al 2006 e un load factor dell’83,5%, riconferma il ruolo strategico di Malpensa, base operativa in Italia dove la compagnia nel 2007 ha gestito oltre due milioni di passeggeri, su venti rotte servite.

L’obiettivo dei prossimi mesi è di raddoppiare e arrivare a 15 aerei la flotta oggi in attività sullo scalo con un investimento triennale complessivo di 600 milioni di euro su Milano. Di questi circa 5 milioni sulle rotte da e per l’Italia. Se i colleghi irlandesi di Ryanair infatti non segnalano avanzamenti nelle trattative con l’ente gestore degli scali milanesi (Sea), seppur dichiarandosi interessati a futuri investimenti, gli inglesi fanno sul serio e si dicono pronti e prossimi a spendere centinaia di milioni di euro a Malpensa, vera manna per i conti di Sea, alle prese con i disagi derivanti dal ridimensionamento della presenza di Alitalia nello scalo della brughiera.

Quello di Easyjet è solo un passo, ma potrebbe essere il primo tassello di una sorta di rinascita di Malpensa, certo non solo e non necessariamente legato ai vettori low cost che non possono offrire le stesse garanzie e gli stessi numeri dei vettori tradizionali, ma sembra – e le parole del presidente di Sea Giuseppe Bonomi sembrano confermare tutto ciò – che siano parecchi i vettori mondiali (asiatici e americani in particolare), interessati ad investire nello scalo varesino.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.