Gli albergatori: “Gravi danni economici se Malpensa perde voli”

Un documento dell'associazione albergatori sottolinea i possibili danni economici per le 49 strutture alberghiere con un giro d’affari di oltre 50 milioni di euro

In vista degli “Stati generali della Provincia di Varese” sul caso Malpensa in programma mercoledì 16 gennaio alle ore 17 nell’aula magna dell’Università dell’Insubria in via Ravasi a Varese, anche Federalberghi Varese si dice seriamente preoccupata per il ventilato ridimensionamento dell’aeroporto della brughiera, ribadendo l’importanza centrale dello scalo per l’intero settore turistico-ricettivo della provincia.

Secondo un’indagine della Regione Lombardia si prospetterebbe una perdita secca di 743 voli al giorno e di 8 milioni di passeggeri. Un eventuale indebolimento dello scalo di Malpensa, rappresenterebbe per tutte le aziende del settore turistico alberghiero un notevole danno economico con sicure ricadute anche di carattere occupazionale.

Federalberghi Varese rappresenta oltre il 70% delle strutture alberghiere presenti in Provincia: 130 le strutture aderenti per un totale di 4270 camere. Le ripercussioni economiche più rilevanti si registrerebbero soprattutto sulle aziende dell’area sud, per le quali l’aeroporto rappresenta una fonte di lavoro di primaria importanza. Nell’area operano 49 strutture alberghiere (alcune delle quali appartenenti a catene internazionali) per un totale di 2948 camere e oltre 500 addetti. Il giro d’affari relativo alla sola parte alberghiera è stimato per il 2007 in oltre 50 milioni di euro.

«Non dobbiamo dimenticare – spiega il Presidente di Federalberghi Varese Guido Brovelli – che negli ultimi anni il settore turistico-ricettivo si è insediato intorno a Malpensa in forza del suo sviluppo come hub. Sono stati aperti anche diversi alberghi di catena, che hanno dimostrato la volontà di investire su un’area promettente proprio per la presenza di uno scalo intercontinentale. La perdita di questa vocazione comporterebbe un grave danno a livello economico e occupazionale sull’intera filiera del turismo e in generale sul tessuto produttivo della provincia di Varese».
Federalberghi ricorda anche che il ridimensionamento di Malpensa sarebbe un pessimo biglietto da visita per sostenere la candidatura di Milano (l’assegnazione sarà svelata a marzo) ad ospitare l’Expo 2015 nel polo fieristico di Rho-Pero.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.