Arteatro presenta “La triste storia di un altro diavolo”

Venerdì 9 gennaio 2009 alle 21 al piccolo teatro di Cazzago Brabbia in via Piave 3 va in scena lo spettacolo della Compagnia Riserva Canini

Arteatro presenta il nuovo appuntamento con la rassegna Altri Teatri ‘08 – Nuovi Scenari ’09, 7^ Rassegna Teatrale per Adulti. Venerdì 9 gennaio 2009 alle 21 al piccolo teatro di Cazzago Brabbia in via Piave 3 va in scena lo spettacolo "La triste storia di un altro diavolo” della Compagnia Riserva Canini. Uno spettacolo di burattini per adulti che mette in scena la storia di Lucente, un angelo caduto negli inferi, una creatura ribelle e inquieta la cui sete insaziabile di conoscenza lo porterà a creare scompiglio nell’impeccabile ordine governato da una mano guantata…di e con Marco Ferro e Valeria Sacco. La prenotazione è obbligatoria: ingresso posto unico: 12 euro, soci 10 euro. Per prenotazioni e informazioni: 0332 964402 – 393 3315016 oppure via e-mail: arteatro@libero.it. Altre news e informazioni al sito www.burattini.va.it/ita/prenota_altri_teatri.php o www.arteatrovarese.it con gustose novità su spettacoli e abbonamenti.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Gennaio 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.