“Il nostro è il salotto buono del cavallo”

La sesta edizione di Malpensacavalli ha molte novità. Biglietteria on line e vetrina per i cavalli in vendita. Da quest'anno gli spettacoli equestri si pagano

Fin da quando è nato, ovvero sei anni fa, Malpensacavalli deve fare i conti con la Fieracavalli di Verona. Un vero colosso del settore. Una delle più antiche fiere d’Europa dedicate al cavallo. Eppure, nonostante questo concorrente ingombrante, il salone della brughiera si è ritagliato un ruolo originale, ovvero quello di salotto buono del cavallo.

Malpensacavalli è infatti la fiera di settore che apre la stagione. Un prologo che di anno in anno i visitatori hanno mostrato di gradire (45 mila persone nel 2008), dove non manca proprio niente. Tutte le razze equine sono rappresentate, con una presenza massiccia di esemplari spagnoli (oltre 200). «Vanno di moda» dice sorridendo la responsabile dell’area tecnica, Liliana Ayres. Concorsi a ostacoli, monta western e prove di versatility, campionato nazionale del purosangue arabo, e monta minorchina. Ma al di là delle mode, l’intenso e diversificato programma delle tre giornate (27, 28 e 29 marzo) fa pensare a una manifestazione che vuole puntare a diffondere la cultura del cavallo a tutto tondo. Oltre 200 espositori porteranno i loro prodotti in mostra. E ancora musica western, film dedicati al cavallo, libri di settore e convegni.
«Malpensacavalli è una macchina molto complessa – spiega Francesca Todeschini, direttore di Malpensafiere e veronese di origine -. Le controparti sono tante e vanno gestite come una risorsa. Poi nello staff c’è Ferruccio Badi che è un vulcano di idee a cui noi cerchiamo di dare concretezza seguendo criteri di economicità».
 E proprio per sostenere l’economicità di Malpensacavalli, da quest’anno verranno fatti pagare gli spettacoli equestri, il galà in particolare che attira sugli spalti migliaia di persone. L’ingresso alla fiera costerà 8 euro, gli spettacoli 10 euro, entrata più spettacolo 15 euro. (Si può risparmiare fino a due euro su ogni biglietto se vengono acquistati on line).
Nel programma di quest’anno ci sono tante novità, a partire dalla collaborazione con l’associazione Kiwanis che ha rivolto un concorso agli alunni  delle scuole primarie "Semino fiabe e raccolgo sorrisi". Malpensacavalli infatti dedica ai bambini (futuri cavalieri) un intero salone, con percorsi, spettacoli e prove pratiche, ma soprattutto il mondo del cavallo entrerà nelle scuole primarie della provincia con il concorso "Cavalcando la fantasia".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 marzo 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore