Dubbi sul T-red? I vigili: “È in regola”

La mail di un lettore solleva un problema tecnico-giuridico sul semaforo dell'ospedale. “Nessuna anomalia” secondo la polizia locale

t red cittiglio multeUn lettore ci scrive in merito ad una multa presa a Cittiglio, al semaforo nei pressi dell’osepdale, dove è posizionato un congegno “T-Red”. Si ttratta di un dispositivo che scatta quando un’auto passa col rosso.
Il lettore Alessandro Rossi ha inviato a Varesenews un fitto carteggio spedito per conoscenza al responsabile del settore affari generali del Comune e alla polizia locale di Cittiglio (Polizia locale – unione di Comuni del Medio Verbano). Nelle mail viene chiesta documentazione al Comune e alla Polizia locale in merito al corretto posizionamento del congegno e alle relazioni tecniche sull’apparato; inoltre si fa riferimento all’ipotesi che, in assenza di una delibera di giunta o di analogo atto del Consiglio, la multa da lui presa potrebbe “considerarsi nulla”.
Varesenews ha contattato il responsabile dell’ufficio comune di polizia locale del Verbano per spiegazioni. «Il Codice della strada non obbliga che il T-red venga posizionato con delibera – spiega il comandante Ettore Bezzolato – . È possibile che ciò avvenga anche con “determina” del responsabile del servizio previo parere del sindaco, come avvenuto in questo caso. Abbiamo come polizia locale realizzato diverse relazioni in merito al dispositivo e in più occasioni sono state inviate le stesse alla Procura della Repubblica di Varese a fronte di richieste in seno a recenti inchieste sui Tred. Nessuna anomalia è stata riscontrata in questa sede, né mai questo impianto è stato posto sotto sequestro».
«Si tratta – conclude Bezzolato – di uno strumento che serve per sanzionare chi passa col rosso: la media delle multe è di 4 ogni 10.000 cicli di rosso compiuti dal semaforo».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore