Ibio Paolucci, da scaldachiodi a cronista del Novecento

"Storia di uno scaldachiodi" (Arterigere) è un intreccio di esistenze che riconciliano il lettore con il tempo presente

«Ho avuto il privilegio durante tanti anni di giornalismo di incontrare molte persone di livello alto, di grande spessore culturale e morale, con alcune delle quali la conoscenza si è trasformata
in amicizia». Così Ibio Paolucci, per anni giornalista politico e giudiziario dell’”Unità”, apre il suo libro che è una narrazione in prima persona delle persone e dei fatti che hanno segnato il Novecento italiano. Un intreccio di storie e nomi che riconciliano il lettore con la storia recente.
Da Camilla Cederna a Concetto Marchesi, dal maresciallo Silvio Novembre, collaboratore di Giorgio Ambrosoli, al pianista Maurizio Pollini, passando per Torquato Secci, Giorgio Bocca e Benedetta Tobagi. L’autore, rispetto al precedente "Un Luogo, una storia" (pubblicato sempre con Arterigere), introduce anche alcuni brani autobiografici. Lo scaldachiodi, appunto, è lui.  Nel 1940, a soli 14 anni , entrò alla Ansaldo Fossati di Genova, indossò la "toni" (la tuta da lavoro, come la chiamano nel capoluogo ligure) e iniziò il nuovo mestiere: passare chiodi arroventati ai due fabbri che li battevano per costruire i pezzi del carro armato M13, inutile per la guerra e per gli italiani. 
Leggere questo libro significa conoscere molte esistenze per immergersi in un racconto civile senza il fastidioso rumore di fondo che contraddistingue il tempo presente.
___________
Ibio Paolucci
Storia di uno scaldachiodi
Arterigere, 2010

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore