Grand Prix, prima gioia azzurra contro gli USA

L'Italia mette a segno un'incredibile rimonta dal 10-14 nel tie break e centra la prima vittoria in terra giapponese. Torna De Gennaro ma si infortuna Signorile. Domenica si chiude contro la Serbia

Si sblocca finalmente l’Italia di Marco Mencarelli, che a Sapporo batte gli USA per 3-2 e centra la prima vittoria del suo World Grand Prix di pallavolo femminile. Una vittoria che più sofferta non sarebbe potuta essere, se si pensa che per vincere le azzurre sono state costrette a recuperare addirittura dal 10-14 nel tie break, trascinate da una super Diouf (31 punti con 5 muri). Il successo ha un valore relativo per la classifica, dato che entrambe le squadre venivano da tre sconfitte consecutive, ma costituisce senz’altro un’iniezione di fiducia per la nostra nazionale a una sola settimana dal debutto negli Europei in Germania e Svizzera. La buona notizia è il recupero di Monica De Gennaro, al rientro nel ruolo di libero dopo i guai fisici; purtroppo però la malasorte colpisce ancora e stavolta è la palleggiatrice Noemi Signorile a cadere vittima di un infortunio alla caviglia (foto FIVB) già nel secondo set, lasciando il posto a Letizia Camera. Note positive da Caterina Bosetti che, subentrata a Sorokaite, viene bersagliata in ricezione ma riesce comunque a lasciare il segno sulla partita con 10 punti.

A convincere Mencarelli a cambiare rotta è proprio un primo set scialbo in cui l’Italia, con la coppia Costagrande-Sorokaite, non riesce a prendere le misure in ricezione e resta sempre sotto nel punteggio (9-16, 10-17, 13-20). Entra Bosetti e nel secondo set le azzurre si staccano dal 10-10, portandosi subito al comando; sul 16-12 arriva l’incidente a Signorile e il successivo sbandamento consente agli USA di pareggiare a quota 20. Due errori di Murphy e Hill regalano però il nuovo vantaggio all’Italia che non si fa pregare e chiude sul 25-22. Il terzo set è combattuto: le statunitensi provano a scappare ma vengono riprese sul 22-23, poi una "doppia" concede due set point alle avversarie. Bosetti annulla il primo, sul secondo Murphy non perdona. L’Italia domina però il quarto set (8-5, 16-11) e chiude con Diouf e Caterina. Nel tie break succede l’impensabile: gli USA conducono sempre (9-7, 12-8) e sul 14-10 sembra davvero finita, ma gli attacchi di Diouf e tre errori americani annullano tutti i match point. Tornati in parità (14-14) decidono due muri consecutivi di Bosetti e Guiggi.
Domani l’avventura italiana nel Grand Prix si chiude alle 6.30 contro la Serbia.

Italia-USA 3-2 (19-25, 25-22, 23-25, 25-18, 16-14)
Italia: Sorokaite 1, Barcellini ne, Camera 2, De Gennaro (L), Guiggi 9, Signorile, Bosetti 10, Chirichella ne, Arrighetti 5, Diouf 31, Costagrande 18, Fiorin ne. All. Mencarelli.
USA: Glass 4, Lichtman 1, Gibbemeyer 9, Hildebrand 18, Banwarth (L), Harmotto 5, Fawcett 5, Murphy 15, Hill 15, Paolini 4, Hood ne, Hagglund 1. All. Kiraly.
Arbitri: Zahorcova (Repubblica Ceca) e Alrousi (Emirati Arabi Uniti).

Risultati: Brasile-Serbia 3-0 (27-25, 25-21, 25-22); Giappone-Cina ore 12.30. Classifica: Brasile 12; Cina* 8; Serbia 6; Giappone*, Italia 3; USA 1.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 31 Agosto 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.