Passa la dogana con 63mila euro ma ne dichiara solo ottocento

I contanti, scoperti dai finanzieri, erano nascosti in due buste custodite da una pensionata romana. La donna viaggiava su un treno proveniente da Lugano e diretto a Milano

Aveva dichiarato di avere con sé soltanto ottocento euro, in realtà ne trasportava quasi 64mila. Una pensionata romana di 74 anni, residente a Roma, è stata controllata alla stazione di Chiasso dai finanzieri di Ponte Chiasso e dai funzionari doganali. L’anziana viaggiava a a bordo di un treno di linea proveniente da Lugano e diretto a Milano Centrale. 

In due buste ben nascoste i militari hanno trovato ben 250 banconote da 200 euro di taglio e altrettante di vario taglio, per un totale di 63.900 euro non dichiarati.
Del denaro trasportato illecitamente (ovvero quello eccedente i 9.999 euro) ne è stato sequestrato il 50 per cento, per un importo di 26.950 euro, in attesa che il Ministero dell’Economia e delle Finanze definisca la sanzione da applicare al trasgressore, oggi variabile dal 30 al 50 per cento della somma trasportata illecitamente.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.