Segregata in una stanza per paura del marito, il giudice lo allontana

L'uomo aveva nascosto mazze e coltelli in giro per la casa, pronti all'uso per spaventare la moglie che, spaventata, si era autoconfinata in una stanza della casa che il giudice aveva assegnato a lei

Un italiano cinquantenne residente a Gerenzano è stato denunciato dal Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio per stalking nei confronti della moglie e da oggi, grazie a un provvedimento del giudice per le indagini preliminari, gli è stato imposto di allontanarsi dalla casa familiare con il divieto di avvicinarsi e di contattare il coniuge e i suoi familiari. Secondo quanto emerso dalle indagini del Commissariato e della Procura della Repubblica l’uomo, con precedenti che ne testimoniano l’indole violenta e appartenente ad una famiglia nota nella zona per lo spessore criminale di alcuni suoi componenti, da almeno un anno perseguitava la moglie, con la quale è in corso la separazione giudiziale, in un crescendo di minacce, offese, molestie ed aggressioni.

Tale comportamento ha finito per gettare la donna in un costante stato di ansia e prostrazione, che in un primo momento l’ha indotta ad autoconfinarsi in una stanza dell’abitazione che ancora divideva con il marito e successivamente ad abbandonare la casa familiare, nonostante il giudice civile l’avesse assegnata proprio alla moglie.  Durante la perquisizione effettuata nell’abitazione subito dopo la notifica della misura cautelare, inoltre, la Polizia ha ritrovato coltelli, mazze e riproduzioni di armi da fuoco che erano stati nascosti dall’indagato in diversi punti dell’appartamento.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 25 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.