“Senza energia elettrica rischio di morire”

Susanna lancia un appello per avere un generatore elettrico che alimenti le batteria della macchina che tiene in vita suo marito

ricerca medica generiche

La neve crea diversi disagi a tanti cittadini, ma per qualcuno fa riaffiorare problemi molto seri. Susanna ci ha scritto più volte e ci siamo interessati alla situazione di suo marito Alberto. Oggi lancia un appello molto concreto che riprendiamo integralmente.

“Dopo che ieri mezza Cuveglio è rimasta senza corrente a causa della neve ci siamo spaventati moltissimo e cerchiamo un generatore di corrente a benzina da tenere in casa per le emergenze.

Come alcuni dei vs redattori forse si ricorderanno, mio marito è tenuto in vita da un cuore meccanico che è alimentato a corrente. Essendo lui in cura e in lista trapianti a Torino, il mio stipendio basta appena a coprire le spese e i nostri continui spostamenti, perciò cerco un anima buona che ce ne regali uno o ce lo venda a modico prezzo”.

Insieme a questa richiesta, semplice e diretta, ci sono altre questioni sociali che Susanna sta affrontando. Intanto possiamo darle una mano per il generatore?

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.