Genoni (5 Stelle) visita le scuole Tommaseo: “L’edificio è poco sicuro”

La denuncia del consigliere di minoranza dopo una visita nell'istituto del quartiere Frati: "Ora voglio visitare tutte le scuole ". L'assessore Farioli: "Stiamo preparando un piano"

scuole tommaseo busto arsizio problemi sicurezza 2018

«Siamo preoccupati per i pericoli che possono correre i bambini e vicini alla preoccupazioni dei genitori. Se la scuola del quartiere benestante di Busto Arsizio è in queste condizioni, non oso immaginare le altre scuole dove, comunque, presto mi recherò». Così il consigliere del Movimento 5 Stelle Luigi Genoni si esprime dopo aver fatto visita alle scuole Tommaseo, nel quartiere Frati.

Il consigliere pentastellato ha immortalato diverse situazioni al limite all’interno dello storico istituto cittadino: dalla ringhiera attaccata con lo scotch, ai cornicioni esterni pericolanti, dai caloriferi rotti o malfunzionanti al vecchio lionleum di una delle due palestre, fino ai sostegni della rete di pallavolo in metallo e senza protezione per gli spigoli. Genoni segnala anche porte che non si chiudono (tra le quali quella del locale caldaia), stipiti in legno ormai degradati, una pianta pericolante che è caduta nel cortile (fortunatamente di notte, ndr) e barriere antiurto presenti solo in parte.

«Ad ogni passo notavo qualcosa che non andava – racconta ancora Genoni – da quello che mi è stato raccontato da chi ci lavora è da parecchio tempo che si richiedono interventi di manutenzione che non vengono eseguiti dall’amministrazione». Genoni specifica meglio: «In realtà qualcosa stanno facendo ma è dovuta esplodere una tubatura perchè si intervenisse e questo non è normale».

Mentre Genoni annuncia che il suo tour per le scuole proseguirà in altri istituti, arriva la risposta dell’assessore all’Istruzione Gigi Farioli che non nega l’esigenza di interventi: «Il mio primo atto da assessore (Farioli è subentrato qualche mese fa con il rimpasto di giunta, ndr) – spiega – è stato quello di convocare tutti i dirigenti scolastici per stilare una lista dettagliata delle esigenze per ogni istituto, ora stiamo raccogliendo la documentazione e da marzo inizierò ad incontrarli singolarmente per stabilire le priorità degli interventi».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 02 febbraio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mark65

    Ma Farioli è lo stesso che ha fatto il sindaco negli ultimi 10 anni”? Questi sono tutti problemi e molti altri che il fariolone non ha mai voluto risolvere e vuole cominciare adesso cos’è deve giustificare lo stipendio da assessore? Forse prima dovrebbe giustificare quelli presi a ufo come pseudo sindaco.

Segnala Errore